Sabato 15 Dicembre 2018 | 18:01

NEWS DALLA SEZIONE

SAN PAOLO

Media,agenti italiani in Brasile pronti a prelevare Battisti

 
BEIRUT

Siria: Usa, 'l'Isis ha i giorni contati'

 
VITTORIA (RAGUSA)

"Dammi il cellulare", poi botte e insulti a 20enne gay

 
VITTORIA (RAGUSA)
Botte e insulti a 20enne gay

Botte e insulti a 20enne gay

 
ROMA

Rifiuti: Costa, task force per Roma. Raggi, va pulita subito

 
ROMA
Rifiuti: Costa, task force per Roma

Rifiuti: Costa, task force per Roma

 
TEL AVIV

Olp, Australia 'irresponsabile' su Gerusalemme ovest

 
MILANO
Vigili fuoco salvano cane intossicato

Vigili fuoco salvano cane intossicato

 
FIRENZE
Spinta in strada e investita a Firenze

Spinta in strada e investita a Firenze

 
PARIGI

Gilet gialli, minuto di silenzio per vittime Strasburgo

 
MOSCA

Ucraina: Epifanio è capo nuova chiesa indipendente

 

ROMA

Pedofilia: vicino a San Pietro primo sit-in vittime italiane

Vicino S.Pietro in giorno inizio Sinodo. "Basta false promesse"

ROMA, 3 OTT - "Basta false promesse sulla tolleranza zero. Stop agli abusi dei preti". Lo hanno chiesto una cinquantina di vittime italiane della pedofilia del clero che questo pomeriggio nei giardini di Castel Sant'Angelo, in fondo a via della Conciliazione, hanno tenuto una manifestazione di protesta proprio nel giorno in cui in Vaticano si è aperto il Sinodo dei vescovi sui giovani. Il sit in è stato promosso dall'associazione internazionale di vittime "Eca Ending clergy abuse" a cui è associata la onlus italiana Rete l'Abuso. Molte delle vittime che hanno inscenato la protesta con striscioni e foto dei preti abusatori sono ex alunni dell'istituto per sordomuti Antonio Provolo di Verona che chiedono "risarcimenti" per le violenze che hanno subito. Ma a Castel Sant'Angelo c'erano anche Alessandro Battaglia, la vittima di don Mauro Galli, il sacerdote della diocesi di Milano condannato il 20 settembre scorso a 6 anni e 4 mesi e, Arturo Borrelli, vittima del sacerdote della diocesi di Napoli, don Silverio Mura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400