Martedì 18 Dicembre 2018 | 22:06

NEWS DALLA SEZIONE

MILANO
Moratti, sarò sempre vicino a Mourinho

Moratti, sarò sempre vicino a Mourinho

 
PRATO
Da gup no a perizia per prete arrestato

Da gup no a perizia per prete arrestato

 
BUDAPEST

Ungheria, battaglia dei sindacati contro 'legge schiavitù'

 
FIRENZE
Gallerie Uffizi,mezza giornata 24-31/12

Gallerie Uffizi,mezza giornata 24-31/12

 
WASHINGTON

Migranti:10 mld dlr Usa per Messico e America centrale

 
ROMA
Mondiale club, River Plate niente finale

Mondiale club, River Plate niente finale

 
GENOVA

Piano, nuovo ponte sarà semplice, non banale, durevole

 
GENOVA
Piano, nuovo ponte sarà bello e durevole

Piano, nuovo ponte sarà bello e durevole

 
MILANO
Marotta,Wanda Nara?silenzio farebbe bene

Marotta,Wanda Nara?silenzio farebbe bene

 
TORINO
Torino: Iago falque recuperato

Torino: Iago falque recuperato

 
OLBIA
Aerotaxi in Costa Smeralda,evasi 2,5 mln

Aerotaxi in Costa Smeralda,evasi 2,5 mln

 

LAGO (COSENZA)

Parroco vende oro Madonna, Vescovo lo invita a scusarsi

A Lago, vicino Cosenza. Sacerdote: per sanare debiti parrocchia

LAGO (COSENZA), 21 SET - Don Giancarlo Gatto, il parroco del Santuario della "Madonna delle Grazie", a Lago, un centro vicino Cosenza, si sarebbe impossessato dell'oro della Madonna custodito in chiesa, del valore di circa 30 mila euro, e lo avrebbe venduto senza chiedere il permesso delle autorità ecclesiastiche. Il sacerdote avrebbe ammesso i fatti, giustificandosi con la necessità di sanare i debiti della parrocchia. Un gruppo di fedeli ha denunciato i fatti all'Arcivescovo, mons. Francesco Nolè, che ha avviato un'indagine. Sulla vicenda é intervenuto oggi, con un comunicato diffuso dalla Curia, lo stesso Arcivescovo, che si é detto "sorpreso e amareggiato per quanto é accaduto nella comunità di Lago, divisa e provata da alcune decisioni che il parroco avrebbe messo in atto senza consultare i superiori, né chiedere i permessi dovuti alle competenti autorità ecclesiastiche". Mons. Nolé, nella nota, ha invitato il parroco "ad un atto di umile responsabilità nel chiedere pubblicamente scusa alla comunità". (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400