Venerdì 16 Novembre 2018 | 06:14

NEWS DALLA SEZIONE

NEW YORK

California, 63 i morti negli incendi

 
PADOVA

Università: studenti occupano scienze politiche a Padova

 
TOKYO

Borsa: Tokyo, apertura piatta (+0,01%) ß

 
TORINO

Morto Luigi Rossi di Montelera, dirigente e politico

 
TORINO
Morto Luigi Rossi di Montelera

Morto Luigi Rossi di Montelera

 
ROMA

Corea Nord: Kim a test nuova arma 'ad alta tecnologia'

 
ROMA
Wayne Rooney saluta nazionale inglese

Wayne Rooney saluta nazionale inglese

 
ROMA

Calcio: 15 anni e 53 reti, Rooney saluta nazionale inglese

 
ROMA
Garante,no padre-madra su carta identità

Garante,no padre-madra su carta identità

 
ROMA

Garante Privacy boccia 'padre-madre' su carta identità

 
ROMA

Calcio:Nations League, Croazia 'mondiale', Spagna al tappeto

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

VICENZA

Costretta lavorare fino giorno del parto

Accusato di estorsione perché minacciava di farle perdere posto

Costretta lavorare fino giorno del parto

VICENZA, 15 SET - E' stato condannato a cinque mesi e 23 giorni di reclusione (pena sospesa) un barista vicentino che aveva 'ricattato' una ex dipendente per costringerla a lavorare, incinta, fino al giorno del parto. L'uomo aveva minacciato di far perdere il posto alla donna, se non si fosse presentata ogni giorno in servizio, in un bar di Camisano Vicentino. Ma secondo la Procura di Vicenza l'atteggiamento del datore di lavoro corrispondeva ad un'estorsione e per questo - riferiscono i quotidiani locali - il 65enne è stato condannato dal giudice nell'udienza preliminare. Il gup Roberto Venditti ha disposto inoltre un risarcimento danni di 5mila euro nei confronti dell'ex dipendente, una 31enne residente a Camisano (Vicenza).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400