Martedì 13 Novembre 2018 | 23:42

NEWS DALLA SEZIONE

MILANO

Musica: Paolo Conte, 50 anni di Azzurro

 
ROMA
Dl Genova:maggioranza bocciata su Ischia

Dl Genova:maggioranza bocciata su Ischia

 
POTENZA
Forzano posto di blocco, quattro in fuga

Forzano posto di blocco, quattro in fuga

 
ROMA
Serie A: panchine saltate salgono a 5

Serie A: panchine saltate salgono a 5

 
ROMA

Calcio: via Ventura e Velazquez, panchine saltate a quota 5

 
ROMA

Calcio: ufficiale, Solari tecnico Real Madrid fino al 2021

 
MILANO

Musica: Elisa apre Milano Music week

 
LONDRA

Brexit, c'è una bozza di accordo

 
ROMA

Coni:Malagò,ragionamenti con governo su riforma vanno avanti

 
FORLÌ
Tangenti per lavori metano, tre arresti

Tangenti per lavori metano, tre arresti

 
FOGGIA
Imprenditrice muore travolta da muletto

Imprenditrice muore travolta da muletto

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

VICENZA

Costretta lavorare fino giorno del parto, barista condannato

Accusato di estorsione perché minacciava di farle perdere posto

VICENZA, 15 SET - E' stato condannato a cinque mesi e 23 giorni di reclusione (pena sospesa) un barista vicentino che aveva 'ricattato' una ex dipendente per costringerla a lavorare, incinta, fino al giorno del parto. L'uomo aveva minacciato di far perdere il posto alla donna, se non si fosse presentata ogni giorno in servizio, in un bar di Camisano Vicentino. Ma secondo la Procura di Vicenza l'atteggiamento del datore di lavoro corrispondeva ad un'estorsione e per questo - riferiscono i quotidiani locali - il 65enne è stato condannato dal giudice nell'udienza preliminare. Il gup Roberto Venditti ha disposto inoltre un risarcimento danni di 5mila euro nei confronti dell'ex dipendente, una 31enne residente a Camisano (Vicenza).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400