Domenica 18 Novembre 2018 | 17:26

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA

Agli 'Oscar cinesi' irrompe appello per Taiwan indipendente

 
BRUXELLES

Brexit: ampio sostegno ambasciatori 27 a testo accordo

 
WASHINGTON

Khashoggi: Trump, non ho ascoltato l'audio

 
ROMA

Malta: media, scoperti mandanti dell'omicidio Galizia

 
ROMA

Pd: Minniti, mi candido ma mia famiglia ha resistenza

 
ROMA
Minniti, mi candido a segreteria

Minniti, mi candido a segreteria

 
ROMA
Minniti, nessun ticket con Bellanova

Minniti, nessun ticket con Bellanova

 
ROMA

Minniti, ticket con Bellanova? Non all'ordine del giorno

 
MILANO

Salvini, non ho niente da chiedere per Berlusconi

 
MILANO
Salvini, niente da chiedere per Cav

Salvini, niente da chiedere per Cav

 
ROMA

Manovra: M5S, stop a preservativi gratis a migranti

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

BOLOGNA

Strage Bologna: vertice con capo Dna

In Procura generale, presenti anche magistrati svizzeri

Strage Bologna: vertice con capo Dna

BOLOGNA, 14 SET - Una riunione degli investigatori che indagano sui mandanti della Strage di Bologna si è tenuta in mattinata negli uffici della Procura generale del capoluogo emiliano. Al vertice ha preso parte anche il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero de Raho che, lasciando l'incontro, di cui ha appreso l'ANSA, non ha fatto dichiarazioni. Presenti anche ufficiali di Digos, Ros e Gdf e magistrati svizzeri. Nessun commento anche dagli altri partecipanti, al termine di tre ore di riunione. La Procura generale ha avocato a sé le indagini sui mandanti a ottobre 2017, quando si discuteva della richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura ordinaria del fascicolo rimasto contro ignoti. Delle nuove indagini se ne occupano il procuratore generale Ignazio De Francisci, l'avvocato generale Alberto Candi e i sostituti Nicola Proto e Umberto Palma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400