Mercoledì 14 Novembre 2018 | 09:38

NEWS DALLA SEZIONE

BOLOGNA
Ordigno bellico, evacuazione per 7.000

Ordigno bellico, evacuazione per 7.000

 
CATANZARO
Auto sbanda, due morti nel catanzarese

Auto sbanda, due morti nel catanzarese

 
ROMA

Controllo mafie su mercato scommesse on line, arresti

 
ROMA
Mafie su scommesse online, arresti

Mafie su scommesse online, arresti

 
ROMA

California, salgono a 48 le vittime degli incendi

 
ROMA

Tria invia a Ue lettera su manovra e debito

 
TOKYO

Borsa: Tokyo, apertura poco variata (+0,16%)

 
MILANO

Musica: Paolo Conte, 50 anni di Azzurro

 
ROMA
Dl Genova:maggioranza bocciata su Ischia

Dl Genova:maggioranza bocciata su Ischia

 
POTENZA
Forzano posto di blocco, quattro in fuga

Forzano posto di blocco, quattro in fuga

 
ROMA
Serie A: panchine saltate salgono a 5

Serie A: panchine saltate salgono a 5

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

TERAMO

Omicidio pittrice,processo il 16 gennaio

Decreto Procura Teramo giudizio immediato per ex marito e figlio

Omicidio pittrice,processo il 16 gennaio

TERAMO, 11 SET - Si aprirà il prossimo 16 gennaio il processo per omicidio volontario e soppressione di cadavere a carico di Giuseppe e Simone Santoleri, rispettivamente padre e figlio accusati dell'omicidio della pittrice teatina Renata Rapposelli (ex moglie e madre dei due imputati). La Procura di Teramo ha infatti firmato il decreto di giudizio immediato. I due uomini, assistiti dagli avvocati Gianluca Reitano, Gianluca Carradori e Alessandro Angelozzi, sono in carcere da marzo, l'ex marito della donna, Giuseppe Santoleri al Castrogno di Teramo, e il figlio Simone a Lanciano (Chieti). Secondo l'accusa i due avrebbero ucciso la donna, arrivata a Giulianova (Teramo) proprio per incontrare l'ex marito e il figlio, lo scorso 9 ottobre, al termine di un'accesa discussione per questioni economiche. A denunciare la scomparsa di Renata Rapposelli erano stati alcuni amici della donna, con il cadavere ritrovato diversi giorni dopo in una scarpata vicino al fiume Chienti, nelle Marche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400