Sabato 20 Ottobre 2018 | 23:54

NEWS DALLA SEZIONE

TEL AVIV

Israele rinvia demolizione villaggio beduino

 
WASHINGTON

Trump, via gli Usa dall'accordo sui missili con Russia

 
ROMA

Calcio: Udinese-Napoli 0-3

 
ROMA
Barca: Messi ko, Inter e Real a rischio

Barca: Messi ko, Inter e Real a rischio

 
TORINO
Juventus: Allegri, serve più testa

Juventus: Allegri, serve più testa

 
BOLOGNA

Lucio Dalla: il Consiglio di Stato, via il vincolo alla...

 
ROMA

Festa Roma: Fahrenheit 11/9, Trump quasi un Hitler

 
ROMA

Festa Roma: Redford con la pistola nell'ultimo film

 
ROMA

Condono torna mini, ma arriverà anche sulle cartelle

 
REGGIO EMILIA
Abusi a 16enne su bus,autista a processo

Abusi a 16enne su bus,autista a processo

 
EMPOLI (FIRENZE)
Andreazzoli, a Frosinone cercando punti

Andreazzoli, a Frosinone cercando punti

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

WASHINGTON

Usa: rapporto 'emailgate' Clinton, 'Comey non fu di parte'

'Ma non rispettò protocollo', secondo le prime indiscrezioni

WASHINGTON, 14 GIU - Nel rapporto del dipartimento di Giustizia Usa sulla gestione dell'inchiesta sul cosiddetto 'emailgate' di Hillary Clinton si conclude che l'allora direttore dell'Fbi, James Comey, "non rispettò il protocollo, ma non non fu neanche politicamente di parte". Lo scrive l'Associated Press (Ap), citando sue fonti, nelle prime indiscrezioni sul documento che verrà diffuso a breve. Il rapporto del dipartimento di Giustizia critica inoltre Comey per non aver tenuto adeguatamente informati l'allora ministro della Giustizia, Loretta Lynch, e altri alti funzionari del ministero sulla maniera in cui stava gestendo l'inchiesta sull'emailgate' relativo ad Hillary Clinton, scrive ancora l'Ap citando fonti informate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400