Martedì 13 Novembre 2018 | 17:09

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA

Tesoro vende 5,5 mld Btp, tasso 3 anni torna sotto 2%

 

Gaza: fazioni a Gaza, raggiunto cessate il fuoco

 
ROMA

Tria, il tasso di crescita dell'Italia non si negozia

 
MILANO
Uccide clochard a colpi bici,ero ubriaco

Uccide clochard a colpi bici,ero ubriaco

 
LECCE
Pioggia acida su Comune del Salento

Pioggia acida su Comune del Salento

 
WASHINGTON

Cnn fa causa a Trump per ritiro credenziali a reporter

 

Gaza: fazioni palestinesi, 'sospeso il fuoco'

 
PISA
Sequestra e violenta donna a Pisa

Sequestra e violenta donna a Pisa

 

Gaza: Israele, avanti operazioni quanto necessario

 
PIEVE TORINA (MACERATA)
Nuovo cittadino italiano a Pieve Torina

Nuovo cittadino italiano a Pieve Torina

 
MILANO

Mostre: alla Gam di Milano l'Hayez ritrovato

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

ROMA

Ventura,delegittimato e capro espiatorio

Ex ct a 'Che tempo che fa'. 'Solo io ci ho messo la faccia'

Ventura,delegittimato e capro espiatorio

ROMA, 27 MAG - ''Un minuto dopo la sconfitta contro la Spagna tutti chiedevano le mie dimissioni, c'è stata una delegittimazione esterna devastante che ha condizionato il prosieguo. La delegittimazione interna c'era già stata quando è stato nominato un altro direttore tecnico e non io come mi aveva proposto l'allora presidente Tavecchio'': così l'ex ct azzurro Gian Piero Ventura, ospite di Fabio Fazio a 'Che tempo che fa'' parla della sua esperienza alla guida degli azzurri e della mancata qualificazione ai Mondiali. ''Ho sbagliato a non dimettermi subito dopo Madrid, l'ho fatto dopo la Macedonia ma le mie dimissioni sono state respinte. Me ne sarai andato dopo la Svezia, anche in caso di qualificazione. Poi non l'ho fatto. Ma dopo la Svezia io solo ci ho messo la faccia e sono diventato il capro espiatorio di un sistema che non funzionava''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400