Martedì 23 Ottobre 2018 | 10:06

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA

Spread Btp-Bund scende sotto 300 punti base, a 298

 
ROMA
Governo: Capigruppo Pd incontrano Conte

Governo: Capigruppo Pd incontrano Conte

 
TORINO
Piazza San Carlo,via udienza preliminare

Piazza San Carlo,via udienza preliminare

 
ROMA

Governo: capigruppo Pd incontrano il premier Conte a P....

 
JAKARTA

Khashoggi: Riad promette 'la verità dall'inchiesta'

 
BOLOGNA
Blitz antidroga carabinieri, 10 arresti

Blitz antidroga carabinieri, 10 arresti

 
CASERTA
Sequestro azienda bufale a imprenditore

Sequestro azienda bufale a imprenditore

 
MILANO

Borsa: Asia affonda con future Wall Street

 
PECHINO

Hong Kong: Xi Jinping inaugura il ponte più lungo del m...

 
ROMA

Spread Btp Bund in rialzo a 310 punti in apertura

 
ROMA

Arrestato per corruzione sindaco della bassa parmense

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

LONDRA

Siria:May sotto pressione, Labour chiede conto in Parlamento

Siria:May sotto pressione, Labour chiede conto in Parlamento

LONDRA, 15 APR - S'alza la temperatura dello scontro in Gran Bretagna fra il governo Tory e le opposizioni sui raid in Siria ordinati da Theresa May 'al traino' di Donald Trump e senza passare per il Parlamento. Domani la premier affronta un dibattito che i media preannunciano acceso ai Comuni e oggi il leader laburista Jeremy Corbyn l'ha sfidata apertamente in un'intervista alla Bbc con la proposta d'una legge (un "War Powers Act") che imponga in futuro un voto parlamentare prima di qualsiasi intervento militare, salvo casi eccezionali. Il governo May ha motivato l'urgenza dello strike in Siria con ragioni di "sicurezza" e ha poi pubblicato un rapporto in cui ne giustifica "la legalità" in quanto "intervento umanitario". Un argomento "discutibile", ha replicato Corbyn, ricordando che al momento il diritto internazionale riconosce come legali solo le azioni militari di "autodifesa" e quelle autorizzate dall'Onu. Di qui la denuncia ancor più forte dell'aggiramento del Parlamento e la pressione per un War Powers Act, rilanciata oggi pure dalla ministra degli Esteri ombra, Emily Thornberry.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400