Giovedì 24 Giugno 2021 | 04:43

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

Verso la B

Bari, «quelli dei play-off», saper vincere l'arma in più

Celiento

Bari, «quelli dei play-off», saper vincere l'arma in più

Da Frattali a Ciofani, nei giochi per la promozione contano esperienza e mentalità

Veterani dei playoff. Se non è un record, poco ci manca. Nel Bari ben 22 calciatori hanno preso parte agli spareggi promozione nella loro carriera. Considerando i componenti della prima squadra, soltanto il terzo portiere Fiory, il giovane Minelli ed il baby Mercurio non hanno mai disputato la prestigiosa «coda» della stagione, in B o C. Basti ricordare che già dieci sono i superstiti della finale persa lo scorso anno con la Reggiana: Frattali, Marfella, Ciofani, Sabbione, Di Cesare, Perrotta, Maita, Bianco, Antenucci, e D’Ursi.

Non sono pochi ad aver assaporato la gioia più dolce. A cominciare dal portiere Frattali che, dopo essersi fermato due volte in semifinale ai playoff di B (prima con il Verona, poi con l’Avellino), è stato protagonista del successo del Parma agli spareggi in C del 2017. In tale circostanza, gli ha fatto compagnia Di Cesare. L’attuale capitano dei Galletti, peraltro, è l’unico ad aver disputato i playoff proprio con la maglia biancorossa: accadde nel 2016, in B, ma l’eliminazione arrivò al preliminare per mano del Novara. Per lui anche un trascorso nel Mantova, nel 2006, con la fermata in finale. Uno score impressionante appartiene a Ciofani: nel 2013-14 ha vinto in C con il Frosinone, per poi ripetersi con i ciociari in B nel 2018, mentre l’anno prima si era fermato in semifinale. Nel Frosinone ha vinto pure Nicola Citro che, però, ha perso pure due finali per la A: con il Trapani nel 2016 e lo scorso anno sempre con i ciociari per mano dello Spezia. Sempre in B, li ha giocati con il Pescara, arrestandosi in semifinale. Nell’occasione, militava al suo fianco Marco Perrotta. Altro specialista è Bianco che ha trionfato in C nel 2013 con il Carpi, mentre nel 2011 era stato eliminato in semifinale con la maglia del Benevento. Che, ironia della sorte, ha poi sconfitto il suo Carpi nella finale per la promozione in A del 2017: nelle fila emiliane militava pure Alessio Sabbione. Prima di tornare al Bari, Bianco ha giocato gli spareggi con il Perugia, uscendo sempre al preliminare. Un alloro anche per Gabriele Rolando che a Palermo ha perso la finale per la A nel 2018, ma era nel Como che ai playoff ha conquistato la B nel 2015.

Al terzo turno sono usciti Maita e D’Ursi con il Catanzaro guidato proprio da Gaetano Auteri. Con loro, c’era Carlo De Risio che vanta altri precedenti: sconfitto con il Benevento dal Lecce nella semifinale del 2014, fuori al primo turno con il Padova nel 2017. Della comitiva faceva parte pure Celiento che ci aveva provato pure con la Viterbese, arrampicandosi fino ai quarti nel 2018. Quindi ecco una schiera di «presenze fisse» alle ultime edizioni dei playoff: Sarzi Puttini è stato eliminato al primo turno nel 2019 e ai quarti nel 2020 con il Carpi, Andreoni nel 2015 ha raggiunto la semifinale con la Reggiana, nel 2018 il secondo turno con il Bassano, Semenzato la semifinale nel 2012, ha perso la finale con il Bassano nel 2015, è andato fuori al primo turno con il Lecce nel 2016, poi ancora semifinale con il Pordenone e con il Catania nel 2018. E ancora: Lollo è stato sconfitto con il Capri in B nella finale del 2017, Marras si è arreso in semifinale a Savona ne 2014 ed in finale (contro il Parma) nel 2017 vestendo la maglia dell’Alessandria, nonché al terzo turno a Trapani nel 2018 ed in semifinale (in B) a Pescara nel 2019. Due semifinali pure per Candellone con il Sud Turol nel 2018 e con il Pordenone nel 2020, mentre Cianci ha raggiunto i quarti con la Reggoana nel 2018 e con il Carpi lo scorso anno.

E Auteri? Nonostante il ricco palmares di promozioni (Igea virtus dalla D alla C2, Gallipoli dalla C2 alla C1, Nocerina e Benevento dalla C alla B), non ha mai trionfato ai playoff: bruciano in particolare le eliminazioni in semifinali subite alla guida di Nocerina (2013) e Matera (2015), prima delle ultime due uscite con il Catanzaro. Precedenti che evidentemente animano in lui gran voglia di riscatto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari calcio, riuscito l'intervento per Andreoni

Bari calcio, riuscito l'intervento per Andreoni

 
Bari in ritiro a Storo dal 16 al 30 luglio

Bari in ritiro a Storo dal 16 al 30 luglio

 
Bari, in dieci tornano in biancorosso. Minelli, Rolando e Sarzi salutano

Bari, in dieci tornano in biancorosso. Minelli, Rolando...

 
Michele Mignani

Il Bari si affida a Mignani: è lui il nuovo allenatore

 
Bari calcio, al via il Generation Day con 240 bimbi al San Nicola

Bari calcio, al via il Generation Day con 240 bimbi al ...

 
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 
Il Bari va in pressing su Mignani: l'ex Modena scelto da Polito

Il Bari va in pressing su Mignani: l'ex Modena scelto d...

 
Bari, De Laurentiis: «Polito è qui per vincere»

Bari, De Laurentiis: «Polito è qui per vincere»