Lunedì 30 Marzo 2020 | 06:57

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

calcio

Bari migliore seconda della C: il salto diretto è più di un'ipotesi

Bari migliore seconda della C: il salto diretto è più di un'ipotesi

Senza più match i biancorossi si ritroverebbero dietro le capoliste

«La priorità è riprendere e concludere la stagione secondo il regolamento vigente: se non produrremo risultati, il virus ci avrà segnato il più doloroso dei gol». Con queste parole, il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha descritto alla Gazzetta del Mezzogiorno le intenzioni riguardanti il torneo di serie C.
Impossibile sbilanciarsi in tempistiche concernenti la ripresa dell’attività agonistica, data la gravità dell’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del coronavirus. Più facile, invece, prevedere quanto tempo servirà per concludere la stagione regolare ed i playoff.

Otto sono le gare che nel girone C mancano al termine della regular season, mentre dieci sono le sfide degli spareggi promozione che partono con due turni all’interno di ogni raggruppamento con sfide in gara secca, per poi sfociare nella fase nazionale, con ottavi, quarti, semifinali e finale previste con andata e ritorno. Un programma piuttosto fitto, quindi. Che difficilmente può essere smaltito in meno di due mesi. La Lega Pro, tuttavia, si sta già attrezzando per provare a rendere l’impresa possibile.

Stagione allungata - L’ipotesi data per certa è allungare la stagione fino al 30 giugno, termine per perfezionare le iscrizioni al prossimo torneo, nonché scadenza dei contratti degli atleti vincolati fino al termine del campionato 2019-20. Si tratta del mezzo più semplice da mettere in campo, visto che, salvo rarissimi casi, i calciatori di serie C non sono impegnati in competizioni internazionali. Da non escludere di estendere i contratti annuali fino al 31 luglio e magari di utilizzare persino una decade di luglio stesso per rispettare alla lettera il regolamento. In tal caso, ci sarebbero i margini per aggiustare il resto dell’estate, garantendo le vacanze ai calciatori per poi avviare il torneo 2020-21 a settembre inoltrato.

Sfoltimento dei play off - Un’altra idea sarebbe giocare gli otto turni di regular season e alleggerire i playoff. Non abolendo la fase all’interno dei gironi poiché significherebbe privare del sogno promozione compagini che hanno sul campo ottenuto il diritto a partecipare agli spareggi per la B. Non è da escludere, invece, che sia accorciata la fase nazionale eliminando gli incontri di ritorno e disputando ogni sfida in un unico match, programmandolo in campo neutro oppure su quello della migliore classificata. Non è un’eventualità che entusiasmi i vertici della Lega Pro, la cui intenzione sarebbe mantenere l’equilibrio studiato dal regolamento. Tuttavia, se non ci fosse alternativa, sarebbe comunque un modo che conserverebbe il giudizio dato dal campo e non a tavolino.

Stop dei tornei - Al momento è l’ipotesi più lontana. Tuttavia, se l’epidemia non dovesse regredire, non si potranno escludere le conseguenze estreme. Che, tuttavia, dovrebbero comunque produrre risultati. Ghirelli sul punto è stato chiaro: «Ogni campionato deve portare promozioni e retrocessioni». Dunque, si troverebbe un criterio per decretare i verdetti del campionato.
«Il cammino del Bari» La situazione del Bari è tra le più particolari della C. Nel senso che i galletti sono attualmente a nove punti dalla vetta del girone C, occupata dalla Reggina. Un gap difficilmente colmabile in otto giornate. Attenzione, però. Il Bari con 60 punti è anche la migliore seconda dei tre gironi, sebbene conti tre gare in più rispetto ai gruppi A e B. I galletti, tuttavia, sono matematicamente irraggiungibili da qualsiasi compagine del girone A, mentre nel girone B potrebbero essere sorpassati da Reggiana e Carpi. Possibile uno spareggio con le compagini che teoricamente possono concorrere all’ultima promozione? Sarebbe un’opzione decisamente complicata. I biancorossi, intanto, hanno sancito un nuovo record. Come ricorda lo storico, Gianni Antonucci, infatti, il gol di Antenucci a Catanzaro dopo soli 26 secondi è il più veloce in trasferta della storia dei galletti, nonché il terzo in assoluto, preceduto dalla rete di Spinesi (nove secondi) in Bari-Empoli 2-2 del settembre 2001 e da quello di Catalano (18 secondi) in Bari-Catanzaro del settembre 1962.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari, il portiere Frattali spopola sui social: sollevamento pesi con la figlioletta

Bari, il portiere Frattali spopola sui social: sollevam...

 
Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria...

 
Coronavirus, il Bari aderisce a campagna pro anziani: insieme alla spesa si consegnano lettere e disegni

Coronavirus, il Bari aderisce a campagna pro anziani: i...

 
Grassani e i campionati in fumo: «Sarebbe la morte del calcio»

Grassani e i campionati in fumo: «Sarebbe la morte del ...

 
«Andrà tutto bene», piccolo tifoso sui canali social del Bari

«Andrà tutto bene», piccolo tifoso sui canali social de...

 
Il Bari va avanti con il 'fai-da-te' aspettando la fumata bianca

Il Bari va avanti con il 'fai-da-te' aspettando la fuma...

 
Bari, allenamento casalingo con una bike in arrivo per ogni calciatore

Bari, allenamento casalingo con una bike in arrivo per ...

 
Bari, bomber Simeri: «Giorni duri ma occorre restare a casa»

Bari, bomber Simeri: «Giorni duri ma occorre restare a ...