Lunedì 21 Settembre 2020 | 05:38

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

calcio

Braglia fa coraggio al Bari: «La C è un torneo infinito»

Braglia fa coraggio al Bari: «La C è un torneo infinito»

«Persi un campionato malgrado 10 punti di vantaggio»

«Il campionato di serie C non è mai finito: io ne ho perso uno con dieci punti di vantaggio, quindi si lotta fino alla fine». Ne ha passate tante, Piero Braglia. Uno dei tecnici più vincenti in assoluto in Lega Pro. Nel suo palmares, figurano in bella mostra cinque promozioni: una dalla C2 alla C1 con il Montevarchi, nonché ben quattro in B: con il Catanzaro nel 2004, con il Pisa ai play off nel 2007, con la Juve Stabia (ancora tramite gli spareggi promozione) nel 2011, infine con il Cosenza (sempre con l’ausilio dei play off), nel 2018. Dal club calabrese è stato appena sollevato dall’incarico, ma il curriculum di prestigio e l’esperienza maturata in oltre trent’anni da tecnico gli consentono una visuale ampia: «Dando uno sguardo ai tre gironi, può sembrare che i giochi siano fatti perché le compagini hanno un bel vantaggio sulle inseguitrici. In realtà, nulla è deciso. All’Alessandria ho perso un torneo malgrado un margine di dieci punti sulla seconda a 7-8 giornate dal termine della stagione. A Lecce è successo qualcosa di analogo, anche se il vantaggio non era così ampio. Nel gruppo C la Reggina sta volando, ma nulla è deciso».

Il girone centro-meridionale è più complesso degli altri ?
«Senza dubbio. Il livello tecnico è nettamente più alto. Il Bari è fortissimo, ma penso anche alla Ternana e al Catanzaro. O a compagini come Potenza e Monopoli che non sono semplici rivelazioni».

Che idea si è fatto del Bari?
«Parliamo di una corazzata: Antenucci farebbe la sua parte pure in A e stento a trovare nei galletti elementi che non sarebbero titolari in alta cadetteria. Ma in C tali qualità possono non bastare: serve che tutto funzioni alla perfezione perché vince solo una compagine. I pugliesi, venendo dalla D, hanno pagato i tanti cambiamenti ed il bisogno di adattarsi ad un torneo molto competitivo».

Secondo lei il Bari è ancora in tempo per ambire alla promozione diretta?
«Recuperare otto punti di distacco dal primo posto a 13 turni dal termine del campionato non è semplice. Soprattutto perché la rivale è la Reggina che ha dimostrato grande solidità. Eppure, se lo svantaggio si riducesse a quattro-cinque punti, la pressione sui calabresi salirebbe a dismisura».

Lei ha vinto tre volte i playoff: che cosa consiglia al Bari se la B dovesse passare dagli spareggi promozione?
«Innanzitutto il miglior piazzamento possibile, ovvero il secondo posto, è un bonus a cui non rinuncerei. In secondo luogo, va curata la condizione psico-fisica. Ai playoff vince chi ne ha di più sul piano atletico: in tal senso, conforta la continuità trovata con Vivarini. Ma bisogna arrivarci pure con convinzione ed entusiasmo. La piazza può essere un fattore: i baresi sono abituati a ben altri palcoscenici, ma per riprenderli dovranno esprimere tutto il loro calore per spingere la squadra ad un’impresa. La garanzia sul Bari è data da una proprietà che senza dubbio vuole vincere e ci può riuscire subito se tutte le componenti gireranno al meglio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari calcio, in arrivo Candellone in prestito biennale

Bari calcio, in arrivo Candellone in prestito biennale

 
Bari, ceduti Terrani al Como e Costa alla Virtus Entella

Bari, ceduti Terrani al Como e Costa alla Virtus Entell...

 
Bari calcio, mister Auteri: «Esordio impegnativo in casa della Virtus Francavilla»

Bari calcio, mister Auteri: «Esordio impegnativo» Marra...

 
Il Bari con l'armatura: parola di De Laurentiis

Il Bari con l'armatura: parola di De Laurentiis

 
Bari calcio, i galletti ingaggiano l'esterno Marras

Bari calcio, i galletti ingaggiano l'esterno Marras

 
Bari, presentate nuove divise da gioco dei biancorossi. Decaro «Sono simbolo della città»

Bari, presentate nuove divise da gioco dei biancorossi....

 
Bari, ceduto in prestito Kupisz alla Salernitana

Bari, ceduto in prestito Kupisz alla Salernitana

 
Il Bari prepara i colpi. Per Auteri c’è un cerchio da far quadrare

Il Bari prepara i colpi: per Auteri c’è un cerchio da f...