Venerdì 07 Agosto 2020 | 06:36

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

serie c

Il Bari senza Di Cesare è una prova di maturità

foto Luca Turi

Il Bari senza Di Cesare è una prova di maturità

A Caserta senza il vero leader, l'occasione per mostrare i muscoli

E alla fine, il capitano è costretto a fermarsi. Proprio all’ultima giornata del girone d’andata, Valerio Di Cesare dovrà dare forfait. Da tempo in diffida, il 36enne difensore ha rimediato domenica scorsa contro il Potenza la quinta ammonizione in campionato che si è tramutata (come ha confermato ieri il referto del giudice sportivo) in squalifica. Non sarà un’assenza qualsiasi per il Bari. Perché i galletti avranno bisogno di coraggio e temperamento nella trasferta di Caserta (si gioca alle 17,30): doti che il centrale romano sta riversando a piene dosi nella sua seconda parentesi barese (la prima si svolse dal 2015 a gennaio 2017, mentre il ritorno è avvenuto la scorsa estate, in serie D).

Di Cesare salterà un match delicato: la Casertana in casa ha conquistato ben 17 punti ripartiti in cinque vittorie e due pareggi, con una sola sconfitta. Non solo. Dopo il successo sul Potenza, i biancorossi non possono proprio rallentare sul più bello, avendo appena centrato l’aggancio sia ai lucani, sia alla Ternana, con il Monopoli avanti di un solo punto (i biancoverdi riceveranno l’Avellino) ed il duello a distanza dalla Reggina (dieci punti sopra i pugliesi, ma impegnata in un viaggio ostico a Lentini, contro la Sicula Leonzio) da tenere in vita.

I numeri riassumono al meglio il peso del capitano per i pugliesi. Di Cesare, infatti, è uno dei tre elementi fin qui sempre presenti in campionato, unitamente ai compagni di reparto Alessio Sabbione e Marco Perrotta che, quindi, perderanno un riferimento prezioso con il quale avevano dato vita ad un reparto ben assortito: non a caso, la retroguardia barese è la seconda meno battuta del girone C (insieme al Potenza), con sole tredici reti al passivo. Il navigato centrale, peraltro, è il galletto con il più alto minutaggio in campo: 1.490’ giocati, a fronte dei 1.485’ di Sabbione e dei 1.427’ di Perrotta. Di Cesare è notoriamente anche una risorsa nelle aree avversarie: già due sono i gol realizzati in campionato, entrambi di testa. Dati alla mano, le sue reti, peraltro, contribuiscono sempre a portare punti: in questa stagione le ha realizzate contro Cavese e Bisceglie, gare vinte rispettivamente 4-0 e 3-0 dai galletti.

Una statistica, però, che non vale solo per il torneo in corso. Nello scorso campionato, infatti, il numero sei ha colpito addirittura sette volte propiziando altrettante affermazioni. E persino l’unico gol realizzato nella prima avventura in Puglia fu decisivo per battere il Vicenza, il 26 gennaio 2016 al San Nicola. Sul piano strettamente tecnico-tattico, Di Cesare è un elemento difficilmente rimpiazzabile: abbina esperienza e senso della posizione, fisicità ed abilità nel gioco aereo, senza dimenticare la padronanza tecnica che gli consente di avviare l’azione fin dalle retrovie. L’allenatore Vincenzo Vivarini non avrà troppe soluzioni per rimpiazzarlo in un reparto che nel mercato di gennaio andrà rimpolpato con almeno un innesto. La possibilità pressochè scontata porterà all’accentramento di Perrotta al fianco di Sabbione, con Filippo Costa pronto a riprendersi una maglia da titolare come terzino sinistro. Meno probabile il ricorso al baby Giuseppe Esposito, utilizzato soltanto per uno scampolo di match, nella trasferta con il Rende. Servirà un surplus di furore e concentrazione per compensare l’assenza di Di Cesare.

Ma il Bari è pronto alla battaglia. Come si sono ripromessi staff dirigenziale (con il presidente Luigi De Laurentiis in testa), tecnico e squadra nella cena di Natale che ieri sera si è svolta al Terranobile Metaresort.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari, Vivarini in stand by e ora vacilla anche Scala

Bari, Vivarini in stand by e ora vacilla anche Scala

 
Fallimento della Fc Bari: la curatela presenta il conto

Fallimento della Fc Bari: la curatela presenta il conto

 
Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegn...

 

Bari, una panchina per 4: Vivarini in pole position

 
Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurent...

 
Il Bari resta in sospeso. Vivarini è il dilemma

Il Bari resta in sospeso. Vivarini è il dilemma

 
Bari e Vivarini avanti a tappe

Bari e Vivarini avanti a tappe: sarà un weekend decisiv...

 
Calcio, il Bari riparte dalle conferme dei big

Calcio, il Bari riparte dalle conferme dei big