Lunedì 21 Ottobre 2019 | 22:33

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

LA PARTITA

Combattivo, non bello ma cinicoil Bari in Sicilia va subito a segno

Combattivo, non bello ma cinico: il Bari in Sicilia va subito a segno

Va bene così: vincere sorregge il morale e può aiutare a crescere

Combattivo, anche se non bello. Cinico, ma con tanta strada da percorrere. La Sicilia si rivela ancora terra promessa per il Bari. Lo scorso anno l’era De Laurentiis partì con un 3-0 in serie D a Messina, ora il primo anno tra i professionisti con la nuova proprietà si apre con un 2-0 sulla Sicula Leonzio. Un rigore di Antenucci nel primo tempo e il raddoppio di D’Ursi sui titoli di coda regalano ai biancorossi tre punti preziosi all’esordio in C. Un successo sofferto, combattuto, meno largo di quanto dica il punteggio. I galletti, sebbene siano i superfavoriti del girone C, non recitano da star, ma indossano la tuta da operai. La fisicità ha la meglio sulla tecnica, la concretezza sul palleggio.

E i pugliesi portano a casa il risultato. Dato il contesto non sarà la prima gara di tal genere: ecco perché è fondamentale aver conquistato l’intera posta mostrando carattere e capacità di saper soffrire nei momenti critici. Ma sul piano del gioco è necessario progredire. Perché se nella prima frazione quantomeno i biancorossi non soffrono mai mantenendo l’iniziativa e costruendo qualche chance da rete, nella ripresa il Bari si abbassa troppo, finendo con il prestare il fianco alle iniziative della Sicula Leonzio e faticando ad organizzare le ripartenze. Non a caso, sale sugli scudi Frattali che con tre interventi determinanti salva la porta barese. Passata la difficoltà e puntellata la difesa con l’evoluzione nel 3-5-2, il gol di D’Ursi in contropiede chiude la contesa. Nel clima da battaglia, menzione d’onore obbligatoria per Hamlili: l’italo-marocchino assicura cuore, corsa e raddoppi confermandosi una pedina praticamente insostituibile. Cornacchini in partenza sceglie il 4-4-2: la vera novità è l’esordio dal primo minuto di Ferrari al fianco di Antenucci in attacco. Una scelta mirata ad un match giocato molto sull’agonismo, sulle seconde palle, sul contrasto.

Raro vedere azioni palla a terra anche a causa delle imperfette condizioni del terreno di gioco. Un disastro. La manovra biancorossa non scorre fluida, il ricorso al lancio lungo è piuttosto reiterato, così gli esterni stentano ad essere innescati, così come le punte hanno pochi palloni puliti da lavorare. Per trovare altre soluzioni, Cornacchini sposta Terrani da trequartista (con Kupisz mezzala), per cercare spazi tra le linee. In tale contesto, diventano decisivi i calci piazzati. Dopo cinque minuti, proprio sugli sviluppi di una palla ferma, il Bari costruire la clamorosa chance per passare in vantaggio: Ferrari impatta da pochi passi il cross di Costa, ma colpisce la traversa. I galletti subiscono pochissimo: la retroguardia possiede in ogni elemento attenzione e fisicità per tenere a bada i rari tentativi dei padroni di casa. Antenucci, dati i pochi rifornimenti, prova a mettersi in proprio girandosi in un fazzoletto, anche se la sua conclusione vola alta.

La svolta del match arriva al 35’: Terrani sposta palla con abilità ed è agganciato in area da Petta. Il fallo è veniale, ma evidente. Dagli undici metri, Antenucci è implacabile. La Sicula prova a reagire, ma prima Scavone, poi Berra respingono le conclusioni avversarie dal limite. La ripresa è nel segno del sacrificio. I siciliani diventano aggressivi: Frattali risponde ad un diagonale di Sabatino, mette in angolo il tiro di Lescano, respinge il tentativo ravvicinato di Sosa. I biancorossi non rovesciano l’azione, ma all’88’ trovano il raddoppio: rilancio lungo di Frattali, sponda di Simeri, D’Ursi scatta sul filo del fuorigioco e infila Nordi con un preciso destro. Va bene così. Vincere sorregge il morale. E può aiutare a crescere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

 
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per t...

 
Bari, D'Ursi indisponibile per trasferta ad Avellino

Bari, D'Ursi indisponibile per trasferta ad Avellino

 
Sabbione, il Bari ha un bomber «di scorta», già tre reti per lui

Sabbione, il Bari ha un bomber «di scorta», già tre ret...

 
Metamorfosi Bari: una rinascita sotto il segno di Vivarini

Metamorfosi Bari: una rinascita sotto il segno di Vivar...

 
Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

 
Bari asfalta la Ternana al San Nicola: eurogol di Hamlili

Bari asfalta la Ternana al San Nicola: eurogol di Hamli...

 
Bari calcio, Vivarini: «Con Ternana testeremo nostra crescita»

Bari calcio, Vivarini: «Con Ternana testeremo nostra cr...