Lunedì 14 Ottobre 2019 | 10:33

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

LA CURIOSITA'

De Laurentiis e Simeri a MykonosTutto sulle vacanze del Bari

De Laurentiis e Simeri a Mykonos. Tutto sulle vacanze del Bari

Dove si rilassano dirigenti e giocatori prima di tornare al lavoro

È tempo di vacanze per buona parte del Bari. Ad eccezione dei dirigenti impegnati nel mercato: Matteo Scala è già sulla via del ritorno verso Milano, dopo una breve sosta in Puglia, che, tra poco meno di un mese, comincerà il ritiro in vista del prossimo campionato. Come stanno trascorrendo le ferie, dunque, i protagonisti che hanno vinto la serie D riconsegnando al mondo biancorosso il professionismo dopo una sola stagione tra i dilettanti? Partendo dai vertici del club, si sta concedendo qualche giorno di relax il presidente Luigi De Laurentiis che ha scelto il meraviglioso mare della Grecia: con la famiglia al completo è nell’isola di Mykonos. Una parentesi in un’estate che presto lo rivedrà nuovamente in prima linea tra strategia di mercato, accordi commerciali e partnership da stringere. Perché, come ama spesso ripetere, «le prime fondamenta della nuova era sono state poste, ma ora occorre rinsaldarle». Pertanto, l’amministratore unico della neonata Ssc Bari Spa probabilmente non farà in tempo ad incrociare il suo bomber. Già, perché pure Simone Simeri ha scelto Mykonos per trascorrere una magica vacanza con la futura sposa Angela. Ma probabilmente quando il numero nove arriverà, De Laurentiis sarà già rientrato in Italia. Grecia in programma pure per Roberto Floriano e famiglia. L’esterno offensivo, quindi, non sarà lontano da Simeri: in fondo, entrambi hanno chiuso la scorsa stagione a quota 13 reti, dividendosi il titolo di capocannoniere della squadra. Meta lontana, invece, per Samuele Neglia e Pasquale Iadaresta che partiranno insieme per il Messico, prima che le loro strade si separino: l’ala ex Siena, infatti, è destinato a rimanere in biancorosso, mentre il potente centravanti cercherà fortuna altrove. Per una volta, invece, si separeranno Zaccaria Hamlili ed Andrea Feola, per tutti ribattezzati «Sella e Cavallo», prendendo spunto dalla «mitica» coppia di calciatori della «Longobarda» di Oronzo Canà (alias Lino Banfi), nel film cult “L’allenatore nel pallone”. Hamlili, dunque, andrà a ritrovare le sue radici in Marocco, mentre Feola non dovrebbe saltare un passaggio in Sardegna (il 26enne centrocampista è originario di Carbonia, in provincia di Cagliari). Molti altri giocatori resteranno in Italia, magari per rimanere vicino alle famiglie, oppure si allontaneranno solo per pochi giorni. E il mister? Giovanni Cornacchini è rientrato nella sua Fano per riabbracciare moglie e figlia: per ora, non ha ancora programmato la sua vacanza e ha il cellulare sempre a portata di mano per seguire ogni mossa che porterà alla costruzione del nuovo Bari. Non vede l’ora di rientrare in pista, il tecnico marchigiano. Per vincere ancora. E smentire gli scettici che hanno ritenuto una mossa azzardata la sua conferma sulla panchina biancorossa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

 
Bari asfalta la Ternana al San Nicola: eurogol di Hamlili

Bari asfalta la Ternana al San Nicola: eurogol di Hamli...

 
Bari calcio, Vivarini: «Con Ternana testeremo nostra crescita»

Bari calcio, Vivarini: «Con Ternana testeremo nostra cr...

 
Antenucci e una partita speciale: «Incrocio fra passato e presente»

Antenucci e una partita speciale: «Incrocio fra passato...

 
Bari-Ternana, una lunga storia di ex

Bari-Ternana, una lunga storia di ex

 
Bari, parla l'ex Defendi: «Profumo di B al San Nicola»

Bari, parla l'ex Defendi: «Profumo di B al San Nicola»

 
Bari calcio, Sabbione: «Gol da centrocampo? Un tiro fortunato»

Bari calcio, Sabbione: «Gol da centrocampo? Un tiro for...

 
Bari, Vivarini ha i piedi per terra: «Tutto bene, ma si può fare di più»

Bari, Vivarini ha i piedi per terra: «Tutto bene, ma si...