Giovedì 25 Aprile 2019 | 07:45

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

IL PERSONAGGIO

Di Cesare, finora sempre presentema salterà la trasferta di Troina

Di Cesare (foto Luca Turi)

Di Cesare, finora sempre presente
ma salterà la trasferta di Troina

In arrivo la squalifica proprio nella partita dal profumo intenso di promozione

Sempre presente, persino in Coppa. Ed ora salterà la gara che potrebbe decretare la promozione aritmetica del Bari. Quasi una beffa per Valerio Di Cesare. L’ammonizione rimediata domenica nel match contro il Portici, comporterà la squalifica per il 35enne difensore che non potrà essere in campo nella sfida di giovedì, a Troina. Un confronto decisivo perché per la prima volta i galletti potrebbero festeggiare il salto in serie C senza preoccuparsi del risultato dell’inseguitrice Turris. Battere i siciliani, infatti, significherebbe blindare il primo posto nel girone I di serie D senza alcun appello. Un verdetto che potrebbe arrivare in ogni caso, qualora, al di là del risultato conseguito dai pugliesi, la Turris non dovesse centrare il blitz contro la Palmese. Mancherà, dunque, l’unico tra i biancorossi ad aver disputato le 32 gare ufficiali della stagione agonistica. Numeri impressionanti, infatti, scandiscono la stagione del centrale romano: 31 presenze in altrettante giornate di campionato, un gettone nell’unico incontro disputato dai galletti in Coppa Italia di serie D, un totale di 2.611 minuti in campo, secondo soltanto al portiere Marfella, in testa alla graduatoria del minutaggio a quota 2.790’. È stato sempre titolare, ad eccezione delle prime due giornate (nella quali subentrò perché era appena arrivato ed ancora a corto di preparazione), nonché della gara interna con il Gela, nella quale fu inizialmente risparmiato proprio perché era sotto diffida. In più, la ciliegina di sette reti realizzate, spesso determinanti ai fini del risultato: eclatanti gli esempi dell’acuto per battere proprio il Troina all’andata, oppure la prodezza balistica per superare il Rotonda, o, ancora, gli inserimenti sotto misura per sbloccare gli scontri di ritorno contro Locri e Portici. Uno score da attaccante aggiunto, un’arma spesso letale: non a caso, Di Cesare è il quarto marcatore del Bari, alle spalle di punte pure quali Floriano (primo a quota 12), Simeri (11) e Neglia (9). Ministro, dunque, della difesa meno battuta dell’intera serie D ed al contempo determinante in fase realizzativa: l’ex Torino, Brescia e Parma è stato uno dei principali simboli della rinascita barese. «In effetti, mi dispiace molto non giocare a Troina per un fallo tutto sommato non grave», afferma il numero cinque biancorosso. «Un match, peraltro, complesso, su un campo sintetico, contro una squadra in salute che all’andata mi ha fatto un’ottima impressione. Ma noi vogliamo vincere e chiudere i conti. Stiamo spingendo dall’inizio del campionato, è scontato avvertire un po’ di stanchezza e magari un filo di emozione, in particolare tra i più giovani. Tuttavia, il traguardo è ad un passo: serve un ultimo sforzo per riportare il Bari tra i professionisti». Un mondo nel quale Di Cesare dovrà ancora essere protagonista e trascinatore, come impone il suo curriculum di prestigio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale" Cornacchini...

 
Bari, nel mirino il belga Vandeputteala sinistra (24 anni) della Viterbese

Bari, nel mirino il belga Vandeputte ala sinistra (24 a...

 
Stadio San Nicola, festa all'americanaIl Bari chiama a raccolta i suoi tifosi

Stadio San Nicola, festa all'americana Il Bari chiama a...

 
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa? Si accarezza il sogno scudet...

 
Il Bari è già un cantiere apertoL'allenatore? AI primi di giugno

Il Bari è già un cantiere aperto L'allenatore? Ai primi...

 
Abnegazione, generosità e tanti golSimeri ha conquistato il cuore dei baresi

Abnegazione, generosità e tanti gol Simeri ha conquista...

 
La Pink Bari dice addio alla serie AIl ko con l'Atalanta vuol dire retrocessione

La Pink Bari dice addio alla serie A Il ko con l'Atalan...

 
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala che porta molto più in al...