Lunedì 21 Gennaio 2019 | 04:17

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

IL PERSONAGGIO

Simeri, il centravanti che dividesette reti finora (5 su azione e 2 rigori)

Simeri, il centravanti che divide
sette reti finora (5 su azione e 2 rigori)

Attaccante generoso che gioca per la squadra risultando ugualmente determinante

A volte divide le opinioni, per molti è un beniamino. Si sa, gli attaccanti sono sempre osservati speciali. Una legge che riguarda pure Simone Simeri. Perché, anche se il Bari è in serie D, quando indossi la maglia biancorossa con il numero nove, è inevitabile calamitare attenzioni. Ben conosciuto dal management, voluto in particolare dal club manager Matteo Scala. Da un lato, i bomber si comprano almanacco alla mano e in tal senso i numeri sono a favore del ragazzo partenopeo che presenta uno score in continua ascesa: 10 reti con il Rende, 13 con il Potenza, addirittura 21 con la Caratese nelle ultime tre stagioni in serie D, poi gli undici sigilli con la Juve Stabia nella scorsa stagione, in C. Un palmares che doveva consentirgli come minimo di disputare una Lega Pro di alto profilo, se non di cimentarsi in serie B. Non a caso, era stato prelevato dal Novara, in forte odore di ripescaggio. Come altri suoi compagni, invece, Simone ha scelto il progetto ad ampio respiro del Bari per provare a toccare vette finora inesplorate, anche a costo di compiere un passo indietro. In secondo luogo, c’è il progetto di gioco. Ebbene, Simeri non è il classico centravanti d’area. È, invece, una punta disposta al sacrificio, avvezza al gioco di sponda nonostante misure non da corazziere (178 centimetri per 79 chilogrammi), abile nell’attaccare la profondità e nel prendere velocità sullo spunto. Doti ideali per essere utilizzato sia per fare reparto da solo in un modulo con un solo attaccante centrale, sia per dialogare con un’altra punta al fianco. Nei primi 18 turni, ha segnato sette reti, cinque su azione e due su rigore, mostrando un repertorio completo: dal tiro dalla distanza (splendido il bolide scagliato a Messina), al tap in di rapina (ad Acireale e a Portici, nonché in casa con il Locri), fino al colpo di testa (a Gela). Numeri che potrebbero proiettarlo ad una quindicina di marcature finali. Un bottino di tutto rispetto, ma forse ci si aspettava persino di più dal bomber designato della corazzata della D. È pur vero che conta qualche chance fallita di troppo sotto porta. Ma qui entra in ballo l’altra faccia della medaglia. Quella, cioè, del centravanti generoso che gioca per la squadra risultando ugualmente determinante.

Lo dimostrano i quattro assist vincenti (ad Acireale, nonché al San Nicola con il Città di Messina ed i due con il Messina domenica scorsa) sfornati per i compagni. Particolari che non sfuggono a Cornacchini: il tecnico lo ritiene il terminale ideale per il suo gioco e ne ha fatto un titolare inamovibile malgrado la qualificata concorrenza di Pozzebon e Iadaresta. La sua dedizione non è sfuggita nemmeno al popolo biancorosso che lo coccola con applausi scroscianti ad ogni sostituzione. Perché Simone non lascia mai il campo senza che la sua maglia sia zuppa di sudore. Nel bene o nel male, lui vuole andare «a cresta alta» come scrive sui social e tenersi stretto il Bari anche in futuro.

La squadra, intanto, prosegue la preparazione per la trasferta di domenica con la Sancataldese (400 tagliandi per il settore ospiti al prezzo 10 euro più1,50 di prevendita): si sono fermati per influenza Hamlili e Brienza, mentre oggi saranno accertate le condizioni di Floriano, uscito anzitempo domenica scorsa per un problema al polpaccio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Dopo 19 giornate si ferma la corazzata BariAbayan, Crucitti e Cataldi i protagonisti

Dopo 19 giornate si ferma la corazzata Bari Abayan, Cru...

 
Mister Zito e i complimenti ai tifosi del Bari"Hanno cantato fino alla fine. Meritano la serie A"

Mister Zito e i complimenti ai tifosi del Bari "Hanno c...

 
Il mea culpa di Cacioli: "Troppi errori graviche una squadra esperta non deve commettere"

Il mea culpa di Cacioli: "Troppi errori gravi che una s...

 
Cornacchini, una sconfitta fisiologica"Siamo stati penalizzati dagli episodi"

Cornacchini, una sconfitta fisiologica "Siamo stati pen...

 
La Turris vince 2-0 con la Sancataldesee il distacco dal Bari si riduce di due punti (-9)

La Turris vince 2-0 con la Sancataldese e il distacco d...

 
"La Fc Bari non può essere salvata"E' fallita la società di Giancaspro

"La Fc Bari non può essere salvata" E' fallita la socie...

 
Il Bari festeggia i 111 anni di storiaguardando al futuro con ottimismo

Il Bari festeggia i 111 anni di storia guardando al fut...

 
"Sancataldese, chiudiamo questa parentesie prepariamo tranquillamente il match di Cittanova"

"Sancataldese, chiudiamo questa parentesi e prepariamo ...