Domenica 14 Agosto 2022 | 02:25

In Puglia e Basilicata

Fasano, i volantini pubblicitari sono «fuori legge»

A mettere fuori legge i volantini è stata un’ordinanza del sindaco Lello Di Bari. «D’ora in avanti - è scritto nell’ordinanza firmata dal primo cittadino - la distribuzione di volantini, depliant, manifesti, opuscoli e altro materiale pubblicitario potrà avvenire esclusivamente nelle cassette postali o con consegna a mano nelle abitazioni»

16 Marzo 2009

FASANO - Volantini pubblicitari fuori legge. Almeno quelli che gli addetti al volantinaggio lasciano sotto le porte delle abitazioni, sugli usci, negli androni dei palazzi, sul parabrezza o sul lunotto delle auto in sosta. A mettere fuori legge i volantini è stata un’ordinanza del sindaco Lello Di Bari. «D’ora in avanti - è scritto nell’ordinanza firmata dal primo cittadino - la distribuzione di volantini, depliant, manifesti, opuscoli e altro materiale pubblicitario potrà avvenire esclusiva - mente nelle cassette postali o con consegna a mano nelle abitazioni private». Tutto il resto è fuori legge. 

Si dovrà inoltre «segnalare preventivamente, almeno tre giorni prima, al comando della polizia municipale, la data di inizio delle operazioni». Chi viola tali disposizioni rischia sanzioni pecuniarie che vanno da 25 a 155 euro. Tuttavia nel corpo dell’ordinanza ci sono - fanno notare gli addetti ai lavori - una serie di zone d’ombra. Una riguarda l’accertamento delle violazioni e le multe che ne conseguono. L’ordinanza del sindaco prevede che i trasgressori - le aziende che fanno pubblicità tramite volantinaggio e il personale incaricato di distribuire i volantini - sono obbligati in solido. E qui la prima perplessità: se qualcuno trova nella cassetta postale un volantino e, per un qualsivoglia motivo, va dai vigili e dice di averlo trovato per strada gli agenti a chi fanno la multa? Con una simile disciplina il rischio che i volantini da veicolo pubblicitario diventino incontrollabile strumento di vendetta o rappresaglia è più che concreto. 

C’è il precedente di due comuni pugliesi: Avetrana a Alezio - tempo fa si erano dotati di u n’ordinanza simile nel contenuto a quella emessa dal sindaco Di Bari per disciplinare il volantinaggio. Avverso quei provvedimenti sindacali è stato presentato ricorso al Tar. I giudici hanno accolto l’istanza dei ricorrenti bocciando senza appello le ordinanze dei due sindaci.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725