Martedì 27 Settembre 2022 | 18:59

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

Un «colpo d'ariete» e Potenza resta senz'acqua

Un «colpo d'ariete» e Potenza resta senz'acqua
Uno sbalzo della pressione dell’acqua all’interno delle condutture aveva creato, nella serata di giovedì, numerose rotture in diversi punti della rete del centro storico. I lavori si siono rivelati più difficili del previsto e per 24 ore la città non ha avuto acqua
• Niente doccia e bar in panne
• Una rete vecchia e piena di insidie

14 Marzo 2009

di GIOVANNI RIVELLI

Si sono rivelate più difficili del previsto le operazioni di completo ripristino dell’erogazione idrica nella città di Potenza dopo che uno sbalzo della pressione dell’acqua all’inter no delle condutture aveva creato, nella serata di giovedì, numerose rotture in diversi punti della rete del centro storico. Ieri mattina, al risveglio, non tutti i potentini hanno potuto fare la doccia come tutti gli altri i giorni nonostante quattro squadre di tecnici di Acquedotto lucano abbiano lavorato pressochè ininterrottamente (dal momento del guasto, intorno alle 17, si è andati avanti fino alle 5.30 del mattino per poi riprendere alle 7) riuscendo a risolvere la maggior parte dei punti di rottura, ciè almeno quelli che si erano verificati nelle «derivazioni» che servono un numero limitato di utenze. Ma non è bastato a risolvere del tutto il problema. L’imprevisto, in particolare, ha riguardato uno «sbraccio» principale che passa davanti al Palazzo di Città e che alimenta quella parte del centro che sta dal lato del Duomo. «Il Colpo d’ariete», ossia la vibrazione della condotta che si è determinata con lo sbalzo di pressione, ha prodotto una spaccatura lunga un paio di decimetri nella parte inferiore di una condotta in ghisa da 200 millimetri di diam etro. Le dimensioni della rottura, unite alla necessità di abbassare il livello della pressione nella condotta per evitare che i problemi originati dal malfunzionamento della valvola di regolazione potessero amplificarsi, hanno portato una serie di appartamenti (specie quelli ai piani alti) e di negozi (in particolare nella zona nelle immediate vicinanze del Comune) a restare senz’acqua per tutta la matt inata. Le operazioni di ripristino, infatti, si sono dimostrate particolarmente complicate e, anzi, sola la presenza di un tratto fognario nelle vicinanze della rottura ha consentito all’acqua fuoriuscita di incanalarsi senza che si verificassero altri allagamenti dopo quello che, stesso nella serata di giovedì, ha interessato il locale caldaia del Palazzo del Consiglio comunale. A creare complicazioni, in particolare, il fatto che tutta la zona della piazza è stata ripavimentata di recente ed è stata realizzata una base di calcestruzzo. Così, innanzitutto è stato difficile individuare il punto esatto della rottura (grazie a degli strumenti di rilevazione a onde sonore) e poi è stato complicato scavare fino a portare la condotta allo scoperto per la sua successiva sostituzione. Ma la di là della riparazione delle condotte rotte, c’era sempre da risolvere il problema della valvola di regolazione della pressione andata in tilt. Il ripristino della normale erogazione idrica senza aver risolto questo problema avrebbe potuto causare nuove rotture in una rete che, almeno nelle sue diramazioni minori, si presenta in condizioni non ottimali. Per questo acqua a portata ridotta, e problemi ai piani alti, anche a riparazione avve nu ta. Il problema sulla valvola è stato risolto intorno alle 11 e da quell’ora è iniziato il lento ritorno alla normalità che è proseguito con la sostituzione della tubazione di piazza Sedile fino alle 15, quando l’acqua è tornata dappertutto in modo regolare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725