Mercoledì 17 Agosto 2022 | 06:25

In Puglia e Basilicata

Alberobello: una fiera specializzata sull'«ultimo viaggio»

14 Marzo 2009

bare, Tanatosdi DOMENICO GILIBERTI 

ALBEROBELLO - In questi tempi, moderni e tecnologicamente avanzati, è possibile organizzare al meglio la cerimonia funebre, perché permanga nella memoria di chi resta come un avvenimento elegante e dignitoso. Per questo è opportuno affidarsi a chi di queste cose se ne intende. E allora ecco che i maggiori produttori del settore vengono incontro con la organizzazione di vere e proprie fiere espositive dove è possibile trovare tutto il necessario. In questo contesto si inserisce la Expo funeraria-Puglia, giunta alla sua quinta edizione, che si svolgerà sino a domani nei saloni del Grand’Hotel La Chiusa di Chietri. Una vera e propria fiera di eccellenza del settore, che si svolge negli anni dispari, mentre quella nazionale si svolge a Bologna negli anni pari. 

Patron di questa rassegna pugliese è la società Sethi di Corato, dei fratelli Francesco e Antonio Lotto, i quali per questa edizione fra i trulli si sono avvalsi della ditta locale «La Mariflora» di Donatella Annese, anch’essa molto attenta ad offrire la maggiori opportunità che il mercato offre per l’occasione. Alla rassegna alberobellese sono presenti una ventina di espositori giunti da diverse regioni della penisola, alcuni dei quali fra i più importanti ed affermati in Europa, per qualità e conseguente costo dei prodotti. Si possono ammirare, infatti, sarcofaghi in legno pregiato, intarsiati, con preziosi accostamenti di metalli e pietre preziose. 
bare, Tanatos
E ancora corrimano in madreperla, interni in raso pregiato o in seta, rigorosamente rifiniti e cuciti a mano. Novità assoluta un cofano funebre in massello di rovere invecchiato sette anni, impreziosito da ornamenti di grande valore artistico che è possibile acquistare alla modica cifra di 200mila euro. Ma gli operatori e i visitatori che stanno partecipando hanno potuto ammirare di tutto di più, dagli addobbi della camera ardente con particolari icone sacre, luci e fiori, al sarcofago, dall’allestimento del funerale alla lapide del cimitero, dal manifesto al portafiore, passando per le auto. Insomma un funerale con i fiocchi. Nelle sale espositive non sono mancate le curiosità e gli «oggettini ricordo», dagli anelli, alle penne, ai ciondoli.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725