Domenica 14 Agosto 2022 | 01:55

In Puglia e Basilicata

Bari, è allarme Tbc dopo morte nigeriana

Bari, è allarme Tbc dopo morte nigeriana
Non era broncopolmonite ma tubercolosi la malattia che ha stroncato lo scorso fine settimana Joy Johnson (nella foto), la giovane nigeriana trovata morta sulla complanare di Bari in un luogo frequentato da prostitute. Se anche Joy si prostituiva, i suoi clienti possono essere rimasti infettati
• COS'E' LA TUBERCOLOSI

12 Marzo 2009

BARI - Non era broncopolmonite ma tubercolosi la malattia che ha stroncato lo scorso fine settimana Joy Johnson, la giovane nigeriana di 24 anni trovata morta sulla complanare di Bari, nei pressi dello svincolo per San Giorgio. E scatta l'allarme sanitario. Il corpo della ragazza, che fino a qualche tempo prima era ospite del Cara (il Centro richiedenti asilo politico di Palese) è stato trovato tra venerdì e sabato scorsi in un luogo molto frequentato da prostitute, se anche Joy si prostituiva, i suoi clienti possono essere rimasti infettati, per questo motivo le autorità sanitarie invitano chiunque sospetti il contagio a mettersi in contatto con ospedali o presidi per effettuare i necessari controlli e la profilassi necessaria. 

Che Joy avesse la Tbc è emerso durante l'autopsia effettuata sul corpo; i medici non si sbilanciano sulla pericolosità del contagio, ma non hanno neanche voluto sottovalutare il pericolo, tanto che ora verranno effettuati controlli anche sugli altri ospiti del Cara che possono essere venuti in contatto con Joy, prima che si allontanasse dal centro. 

Mediamente ogni anno in Italia si registrano 4.500 casi di tubercolosi, ma da un paio di anni si sono avuti casi di un particolare ceppo virale resistente ai farmaci: nel 2007 sono stati registrati 8 casi di Xdr-Tb. 
Presentando i dati di una ricerca Italo-tedesca i ricercatori sottolinearono come i flussi migratori, controllati e clandestini, stiano reintroducendo in Europa e in Italia malattie che si credevano scomparse (come la tubercolosi), solo che i virus si sono modificati e rinforzati, spesso in concorso con l'Hiv. 
Ogni 24 marzo nel mondo si celebra la giornata mondiale della Tubercolosi. (R. Sche.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725