Lunedì 21 Gennaio 2019 | 14:44

NEWS DALLA SEZIONE

Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 
L'incidente
Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi della vecchia Filobus

Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi del vecchio Filobus

 
Le polemiche del giorno dopo
Matera 2019, venti sindaci se ne vanno dalla piazza per protesta

Matera 2019, venti sindaci se ne vanno dalla piazza per protesta

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
Il caso
Puglia, mafia nei rifiuti: dietrofront su Ercav

Puglia, mafia nei rifiuti: dietrofront su Ercav

 
Ulivi a rischio
Xylella alle porte di Bari: è allarme in sette comuni

Xylella alle porte di Bari: è allarme in sette comuni

 
Serie A
Basket, Brindisi Happy Casa batte la capolista Milano 101-92

Basket, Brindisi Happy Casa batte la capolista Milano 101-92

 
L'annuncio
Matera 2019, Bonisoli: «10 mln in arrivo per musei Lanfranchi e Ridola»

Matera 2019, Bonisoli: «10 mln in arrivo per musei Lanfranchi e Ridola»

 

per acquisto palazzi via Brenta

Ex sindaco Lecce Poli Bortone
assolta da accuse peculato

Ex sindaco Lecce Poli Bortone assolta da accuse peculato

LECCE - L’ex sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone è stata assolta «perchè il fatto non sussiste» con altri sette imputati dal Tribunale di Lecce dalle accuse di peculato e tentato peculato nel processo sull'acquisto in leasing dei palazzi di via Brenta, attuale sede del polo della giustizia civile. Per l’accusa di abuso d’ufficio è intervenuta la prescrizione.

Nel processo erano imputati con l’ex sindaco altri nomi eccellenti dell’amministrazione dell’epoca tra cui Massimo Buonerba, ex consigliere giuridico di Poli Bortone, e Giuseppe Naccarelli , dirigente del servizio finanziario del Comune di Lecce assolto anche dall’accusa di falso.

Per Poli Bortone il pm Maria Vallefuoco aveva chiesto la condanna a sei anni. Si tratta di una delle inchieste più scottanti legate alla vita amministrativa di Lecce, definita all’epoca dal gip di Lecce Ercole Aprile «la più grande truffa ai cittadini leccesi», che ruota attorno ad un controverso procedimento che nel 2005 portò il Comune di Lecce, in assenza di una specifica delibera, a trasformare con la società milanese Selmabipiemme il contratto di affitto dei due immobili di via Brenta, in un’operazione di leasing: due milioni e mezzo di euro all’anno per 20 anni, oltre ad un riscatto di 14 milioni di euro. Un prezzo, secondo l’accusa, non corrispondente al reale valore dei beni.

Si tratta del secondo processo sulla vicenda (nel primo Poli Bortone non era indagata). Il primo si era concluso in primo grado con la sola condanna a tre anni per falso a Naccarelli, e il giudice Stefano Sernia aveva inviato nuovamente gli atti in Procura perché venisse valutata la posizione di Adriana Poli Bortone e venisse così istituito un nuovo procedimento non più per truffa ma per peculato.

POLI BORTONE: «Da persona delle istituzioni ho sempre avuto fiducia nella giustizia e non ho mai contestato, in alcun modo e in alcun tempo, il suo operato. Ora non posso che essere lieta di questo esito che mi rinfranca rispetto al tanto fango che mi è stato gettato addosso nell’arco degli ultimi anni.»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400