Mercoledì 17 Agosto 2022 | 13:36

In Puglia e Basilicata

Teatro per i ragazzi, è Brindisi la sua capitale

10 Marzo 2009

Nell’arco di un anno attivati 13 laboratori e workshop di animazione teatrale, recitazione e scrittura creativa destinati al giovane pubblico brindisino, ad educatori e docenti. Di più: sono state oltre 50 le rappresentazioni di teatro ragazzi realizzate nell’ambito del progetto, 4 gli spettacoli prodotti in Italia ed altrettanti in Grecia successivamente inseriti nella programmazione della Stagione Teatrale Ragazzi 2008-2009 del Teatro Pubblico Pugliese. Ecco perchè Brindisi è capitale del Teatro Ragazzi. «Un grande incubatore di sperimentazioni, studi e permanente attività di spettacoli dal vivo», è stato detto ieri pomeriggio, quando sono stati presentati i risultati del progetto «La Scena dei Ragazzi», promosso per la Stagione 2007/2008 dal Comune di Brindisi, in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, e finanziato nell’ambito del Pic Interreg. IIIA Grecia/Italia 2000-2006. «Al progetto - è stato sottolineato - hanno aderito anche la Municipalità di Igoumenitsa, le cinque compagnie pugliesi Motumus, Crest, La Luna nel Pozzo, Thalassia e Teatro Kismet, oltre alla Compagnia La Scena dei Ragazzi di Igoumenitsa». E ieri pomeriggio, con la partecipazione del sindaco, Domenico Mennitti, dell’assessore alle Politiche comunitarie del Comune di Brindisi, Mauro D’Attis, del Presidente del Tpp, Carmelo Grassi, sono intervenuti il Direttore di RaiSat, Gianfranco Noferi, l’attore e regista Oreste Castagna, moderati da Lino Manosperta, responsabile dei Progetti speciali d'Attività e Teatro Ragazzi del Tpp. E ieri si è parlato del laboratorio «Cantastorie» condotto da Oreste Castagna, «Gipo Scribantino » della Melevisione di Rai Tre; della costituzione del Centro studi permanente sulla Cultura dell’infanzia e della gioventù, situato a Palazzo Guerrieri, della ricerca «Teatrando- Educa», coordinata dal sociologo Emanuele Amoruso. E questa «ricerca, frutto di un’in - dagine conoscitiva - è stato detto - sul “fare-vedere teatro” nelle scuole di Brindisi, ed elaborata attraverso la somministrazione di una serie di questionari sviluppati in collaborazione con Giorgio Testa, responsabile del “Centro Teatro Educazione” dell’Ente teatrale italiano», ha coinvolto i ragazzi brindisini: 18 scuole, 9 primarie e altrettanto secondarie sono state interessate e gli alunni sono stati protagonisti del progetto non solo come spettatori, ma come protagonisti se è verop che ai 13 workshop hanno partecipato 350 studenti e insegnanti. Certo, sono stati sottolineati i «limiti infrastrutturali propri di u n’edilizia scolastica sostanzialmente “d at at a ” dove mancano nel 70% dei casi spazi appropriati allo svolgimento delle attività teatrali», ma i dati complessivi dimostrano che la strada intrapresa è irreversibileed entusiasmante: Brindisi è capitale del Teatro Ragazzi. Bisogna mantenere questa prerogativa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 

LECCE

Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725