Sabato 13 Agosto 2022 | 12:16

In Puglia e Basilicata

Foggia: la città educativa lancia l'allarme «chat»

08 Marzo 2009

consiglio dei ragazzidi LORITA BRUNO

FOGGIA - Una chat per adescare ragazzine. Adolescenti che “navigano” troppo facilmente e finiscono per cadere nella trappola di persone senza scrupoli. Ed ancora, fate per spiegare ai bambini l’abuso sessuale. Video che si trasformano in momenti di riflessione per gli studenti delle scuole medie ed elementari del capoluogo dauno, in occasione della giornata dedicata alle donne e ai minori, indetta da “Città educativa ” e dal consiglio comunale dei ragazzi, in collaborazione con Unicef e Moige. 
«Sono stati i nostri ragazzini a scegliere di parlare di argomenti così forti. Si è voluto dare un taglio più profondo alla giornata della festa della donna, e quindi coinvolgere le ventidue scuole foggiane legate al progetto del consiglio comunale in erba», spiega Claudio Sottile, assessore alle politiche sociali. Gli amministratori junior hanno sentito la necessità di scendere in campo alla luce degli ultimi episodi di cronaca che hanno visto purtroppo come protagonisti donne e minori: «Abbiamo pensato allo stupro di San Valentino, nel giorno dedicato all’amore la quattordicenne di Roma ha subito una violenza, una ferita che le resterà per sempre - ha riferito Aurora La Torre (II C Murialdo), sindaco junior – Una storia assurda che ha toccato tutti noi profondamente». 

Giunta e consiglieri in erba al lavoro anche per la ricerca del logo e dell’elaborazione del manifesto legato alla campagna contro la violenza sulle donne e minori. «E’ vero, insieme abbiamo pensato che il disegno di una mongolfiera con tre bambini a bordo, con sullo sfondo le tre fiammelle, simbolo di Foggia, come ci ha spiegato il nostro facilitatore Domenico La Marca, potesse diventare il nostro logo – hanno raccontato Eliana Supino (V E elementare San Giovanni Bosco), e Simona Mazzeo (II B media Murialdo) entrambe consigliere -. Poi abbiamo pensato al disegno sul manifesto e la farfalla che vola in tutta fretta perché ha paura di un picchietto ci è sembrato il simbolo giusto da dare alla donna spesso picchiata e violentata. I nostri genitori ci fanno tante raccomandazioni, dopo tutte queste brutte storie sentite in tv e lette sui giornali, come evitare di percorrere strade isolate e con poca illuminazione e soprattutto mai da soli». 

Ragazzini svegli e motivati gli amministratori junior: «Siamo al secondo anno di esperienza del consiglio comunale ragazzi – ha concluso Sottile- e sicuramente tanti aspetti sono stati migliorati. C’è maggiore coinvolgimento anche dei docenti e delle famiglie degli studenti. Ragazzi più consapevoli del loro ruolo e che vivono con passione quest’esperienza formativa. Fra le richieste e i suggerimenti del consiglio junior? Maggiore pulizia strade e parchi pubblici, possibilità di utilizzare con più facilità la bici in città e magari vedere meno auto. In questa nuova edizione stiamo promuovendo più incontri fra i ragazzi, affinché ci sia un maggiore confronto di idee e progetti da presentare».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725