Mercoledì 10 Agosto 2022 | 08:19

In Puglia e Basilicata

A Mola di Bari, griglie-trappola fanno cadere le signore. Una petizione

28 Febbraio 2009

MOLA DI BARI - Per i residenti di via Di Crollalanza, il rumore provocato dalle auto che passano sulle griglie dissestate all’angolo di viale Aldo Moro, sono «simili ad una tortura cinese ». Da mesi, per ventiquattr'ore al giorno, con una frequenza che di giorno può variare dai 30 secondi ad 1 minuto, di sera da 1 minuto anche a 5, i residenti convivono col rumore tambureggiante delle griglie pericolanti. Numerose sono anche le anziane signore che, nella giornata di sabato, giorno di mercato settimanale, sono inciampate, cadendo rovinosamente, in quella trappola. 

«Per non contare - come segnalano i residenti nella loro lettera-petizione - gli studenti dei vicini istituti scolastici. Alcuni ci hanno rimesso le penne in bici ed in moto». O le grandi difficoltà procurate, nei giorni di pioggia, a pedoni e auto in transito, per l’acqua alta. Le griglie, infatti, non riescono a contenere tutta l’acqua che scende a valle poiché una parte delle griglie, circa una decina, sono state coperte di asfalto nel corso degli ultimi interventi sul manto stradale. Più volte sistemate ma sempre pericolanti, dunque, le griglie per la raccolta di acqua piovana, di viale Aldo Moro, continuano ad arrecare disagi. Stanchi delle segnalazioni verbali, alle quali non sono seguiti interventi, i residenti hanno preso carta e penna ed hanno scritto ad amministratori, consiglieri comunali e forze dell’ordine. Questo è un viale tra i più trafficati della prima periferia cittadina. Vi transitano i bus di Sud-Est e Stp, ospita il mercato del sabato, collega via Bari e corso Italia agli istituti scolastici, al Comune, alla stazione, al campo di calcio «Caduti di Superga», al multisala Metropolis e alla Tenenza dei Carabinieri. E’ una direttrice stradale strategica, il cui eccessivo peso veicolare ha sicuramente inciso sulla condizione delle griglie di raccoglimento delle acque piovane e del manto stradale. 

La petizione è approdata anche in consiglio comunale. A farsi portavoce del malcontento, il consigliere di opposizione Stefano Di Perna (Pdl): «Questo è uno dei piccoli e fastidiosi problemi - afferma - causa di contenzioso tra cittadini e amministrazione, collegato alla questione più grande degli appalti per la manutenzione. Da anni si procede con le proroghe ed i cottimi fiduciari. Per garantire una puntuale manutenzione, alle strade come alle scuole, agli edifici pubblici come agli spazi all’aperto, vanno indette le gare di appalto». «Gli interventi di manutenzione - è stata la risposta del vicesindaco Pino De Silvio - rientrano tra le priorità del prossimo bilancio di previsione. Per via Moro, la segnalazione è giunta agli uffici e ci è stato assicurato un intervento nelle prossime ore».
ANTONIO GALIZIA
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725