Sabato 16 Febbraio 2019 | 02:04

NEWS DALLA SEZIONE

L'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
Sfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 
In via Manfredonia
Foggia, auto contro pilone, 76enne muore sul colpo

Foggia, auto contro pilone, 76enne muore sul colpo

 
Nel Materano
Frana a Pomarico, Governo dà l'ok allo stato d'emergenza

Frana a Pomarico, governo dà l'ok allo stato d'emergenza

 
A poggioreale (Na)
Viola i domiciliari, Tommy Parisi torna in carcere

Viola i domiciliari, Tommy Parisi torna in carcere

 
Sanità
Castellana Grotte, Emiliano inaugura il reparto di Oncologia al De Bellis

Castellana Grotte, Emiliano inaugura il reparto di Oncologia al De Bellis

 
Parla Gabrielli
Prefettura Bari, Gabrielli: «Terrorismo minaccia liquida, tenere alta la guardia»

Prefetto Bari: «Terrorismo minaccia liquida, tenere alta la guardia»

 
Nel Barese
Bancarotta fraudolenta per 1,3mln di euro: GdF sequestra capannone a Gioia del Colle, 4 denunce

Bancarotta per 1,3mln di euro: GdF sequestra capannone a Gioia del Colle, 4 denunce

 
L'appuntamento
Locri - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Bari, su Biancorosso le nuove maglie e il futuro di Cornacchini. Locri-Bari, il prepartita Video

 
Sanità
Asl Bari verso il licenziamento di 25 medici: «Stop ai pensionati negli ambulatori»

Asl Bari verso il licenziamento di 25 medici: «Stop pensionati in ambulatori»

 
Scandalo sanità
Diabete, scandalo Freestyle: la striscia per misurare glicemia, in Puglia costa più che nel resto d'Italia

Diabete: in Puglia la striscia per misurare glicemia costerà più che nel resto d'Italia

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl caso
«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

 
BariL'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 
MateraNel 2009
Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

 
TarantoDenunce
Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

 
PotenzaNel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
BrindisiProvoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
LecceNuove accuse
Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

 

indagine della Procura di Potenza

Obbligate a prostituirsi
«schiave» per il voodoo

bambolina voodoo

POTENZA - Le ragazze nigeriane in procinto di partire per l’Europa «subivano» un rito voodoo, che le organizzazioni criminali locali - collegate con molti Paesi del vecchio continente - usavano per intimorirle e quindi assicurarsi la restituzione del pagamento del viaggio (circa 30mila euro) e la loro attività di prostituzione, a Potenza e in altri centri: è quanto è emerso da un’indagine della Procura del capoluogo lucano, che ha portato a tre misure cautelari eseguite dalla squadra mobile, una in carcere - per una donna nigeriana di 27 anni - una ai domiciliari (un italiano di 61 anni) e un obbligo di presentazione alla pg (per un nigeriano di 37 anni).
Le accuse, a vario titolo, sono di concorso in favoreggiamento della prostituzione e di esercizio abusivo della professione medica. In Nigeria le ragazze subivano quindi un rito voodoo da uno stregone, che serviva a creare una sorta di terrore psicologico per evitare che le giovani, una volta in Europa, fuggissero.

In Italia - secondo quanto hanno spiegato i pm Francesco Basentini e Valentina Santoro, e il dirigente della squadra mobile, Giuseppe Pontecorvo - venivano accolte da donne (cosiddette «madame") che ne gestivano le attività di prostituzione e vendevano loro farmaci contraccettivi e per le interruzioni di gravidanza. La nigeriana arrestata aveva una stanza in un centro di accoglienza straordinaria per migranti, nella struttura del «Principe di Piemonte», a Potenza, in cui sono stati trovati farmaci, venduti fino cento euro a confezione.
Le indagini sono partite dalla segnalazione di alcuni cittadini, e dal racconto di una giovane prostituta. Un italiano e un nigeriano si occupavano poi di trovare loro i clienti, ottenendo una percentuale. I proventi della prostituzione venivano in parte inviati in Nigeria, con un complesso meccanismo di trasferimenti di denaro, e in altri Paesi europei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400