Mercoledì 28 Settembre 2022 | 02:43

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

Sanità in Puglia, 53 del Pdl chiedono ispezione al Guardasigilli

Sanità in Puglia, 53 del Pdl chiedono ispezione al Guardasigilli
I parlamentari chiedono al Ministro della Giustizia interventi negli uffici giudiziari baresi, anche per capire chi ha fatto rivelazioni sull'inchiesta nella quale è indagato pure Tedesco, ex assessore alla Salute della Regione Puglia
• La Cosentino: io direttore Asl nella nuova inchiesta Sanità?
• Palese: Vendola e Cosentino in tour nonostante atti illegittimi Asl
• Sannicandro (Prc): le Asl pubblichino delibere sul web

23 Febbraio 2009

BARI - Cinquantatre parlamentari del Pdl hanno presentato un’interpellanza urgente con la quale chiedono al Guardasigilli «se non ritenga indispensabile ed urgente avviare iniziative ispettive» negli uffici giudiziari baresi, «anche al fine della individuazione delle responsabilità in ordine alla rivelazione di indiscrezioni sull'inchiesta» nella quale è indagato anche l’assessore alla Salute della Regione Puglia, Alberto Tedesco. Questi si è dimesso dall’incarico il 6 febbraio scorso, subito aver appreso da notizie di stampa di essere indagato.

Nell’interpellanza si riportano stralci di un’intervista rilasciata da Tedesco subito dopo le dimissioni nella quale l’ex assessore sostiene «di non sapere ancora nulla dell’inchiesta che lo riguarderebbe, di non aver ricevuto alcuna informazione di garanzia e, in merito alle 'indiscrezionì (di stampa, ndr), ipotizza che 'qualcuno da Roma abbia mosso le fila».

«Seguendo e riassumendo il ragionamento di Tedesco – sintetizzano gli interpellanti – chi ha fatto venir fuori la notizia avrebbe avuto un obiettivo politico senza essere un politico; e avrebbe avuto 'accesso agli uffici giudiziari e al corso delle indaginì senza essere un magistrato; l’assessore sembra quindi tracciare un identikit di chi ha potenzialmente dato la notizia alla stampa senza farne il nome».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725