Martedì 16 Agosto 2022 | 12:58

In Puglia e Basilicata

Cutrofiano, muore in muncipio era li per le pratiche della pensione

CUTROFIANO - Muore a 64 anni nell’atrio del municipio, il giorno dopo aver ricevuto la comunicazione di accertamento del suo stato di invalido civile per l’assegnazione di un vitalizio. Tutto il paese è rimasto scosso dalla notizia della morte di Vincenzo Zompi, da due anni e mezzo rientrato a Curtofiano dopo aver lavorato una vita nella tedesca Osburg.

21 Febbraio 2009

CUTROFIANO - Muore a 64 anni nell’atrio del municipio, il giorno dopo aver ricevuto la comunicazione di accertamento del suo stato di invalido civile per l’assegnazione di un vitalizio. Tutto il paese è rimasto scosso dalla notizia della morte di Vincenzo Zompi, da due anni e mezzo rientrato a Curtofiano dopo aver lavorato una vita nella tedesca Osburg. 

L’uomo si era recato dal sindaco per chiedere informazioni e consigli sulla procedura da adottare per conseguire la pensione, e dopo aver ottenuto dall’ufficio dei servizi sociali anche la disponibilità di un contributo economico assegnato sul suo conto con un mandato appena disposto dal primo cittadino, stava per fare ritorno a casa. Ma nell’atrio del pianterreno di palazzo di Città il suo cuore malato (proprio la scorsa settimana era stato sottoposto ad un lieve intervento in ospedale) non ha retto, complice anche il gran freddo di questi giorni, e così Vincenzo Zompi si è accasciato a terra. A nulla è valso il pronto intervento dei sanitari del 118 allertati dal personale in servizio in comune, ed i sanitari non hanno potuto altro che constatare la morte dell’uomo. 

Zompi viveva grazie ad una rimessa economica di poche centinaia di euro maturata in Germania ed abitava da solo in una modesta casa che gli amici del bar di Piazza Cavallotti gli avevano trovato. Ogni giorno cercava un po' di compagnia nella piazza centrale del paese, ed era stato “adottato” dalla comunità delle due parrocchie cittadine, che spesso gli fornivano un aiuto concreto per superare difficoltà contingenti. Domani mattina, alle 9,30, alla presenza dei cinque figli e dei quattro fratelli che vivono tutti lontano da Cutrofiano, i funerali saranno officiati dai due parroci della cittadina, don Mirko Lagna e don Enzo Giannachi.

[da.gr.]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725