Sabato 16 Febbraio 2019 | 18:17

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Foggia, finisce 1-1 con il Padova: sfuma al 90esimo il match salvezza

Foggia, finisce 1-1 con il Padova: sfuma al 90esimo il match salvezza

 
Controlli
Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

 
Incontri d'autore
Ex-Otago ospiti della «Gazzetta del Mezzogiorno»: segui la diretta

Ex-Otago ospiti della «Gazzetta»: rivedi la diretta

 
Il processo
Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

 
L'annuncio
Tolo Tolo, il nuovo film di Checco Zalone nelle sale a Natale 2019

«Tolo Tolo», il nuovo film di Checco Zalone nelle sale a Natale 2019

 
Il caso
Autonomia, M5S Puglia: «Guai a creare cittadini di serie A e B»

Autonomia, M5S Puglia: «Guai a creare cittadini di serie A e B»

 
Controlli Nas e Asl
Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

 
Denunciato
Lecce, «Sono suo nipote» e bidona due notai per prosciugare conti di anziana

Lecce, «Sono suo nipote» e bidona due notai per prosciugare conti di anziana

 
In via Temenide
Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
BariSanità
Medicina «narrativa» Un corso per i medici

Medicina «narrativa» Un corso per i medici

 
TarantoLa manifestazione
Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

basilicata

«Dimenticano» di mandare
i figli a scuola: denunciati

I carabinieri denunciano quattro persone. Il fenomeno della dispersione scolastica continua a preoccupare

1200 docenti assegnati a Puglia. Uil: troppo pochi

di Massimo Brancati

Un ragazzo lucano su dieci con età compresa tra i 18 e i 24 anni (10,3%) ha abbandonato gli studi fermandosi alla licenza media, con un dato inferiore alla media nazionale (14,7%): il fenomeno della dispersione scolastica in Basilicata è diminuito dell’8% circa in dieci anni. Sono alcuni dei dati contenuti nell’Atlante dell’Infanzia (a rischio) «Bambini, Supereroi» di Save the Children. Sempre in Basilicata, un alunno di 15 anni su tre non raggiunge le competenze minime in matematica, e uno su cinque in lettura. In Italia sei ragazzi su dieci (con genitori che hanno un titolo di studio basso) sono a rischio di povertà ed esclusione sociale, «un dato molto significativo - è scritto in una nota», considerando che «in Basilicata più del 40% degli adulti tra 25 e 64 anni è fermo alla licenza media».

Si tratta di dati che fanno da sfondo a un’operazione dei Carabinieri proprio per contrastare il fenomeno della dispersione scolastica. Quattro persone sono state denunciate, una di nazionalità italiana e altre tre stranieri. Sono accusati di non aver curato l'avviamento alla scuola di quattro loro figli minorenni. I controlli - avviati dall’ottobre a dicembre scorsi - hanno riguardato, in particolare minorenni nati tra il 2003 e il 2004, che dovrebbero frequentare la scuola di primo grado. Nell’evidenziare la «consolidata collaborazione con i dirigenti scolastici» - alla base di controlli che «proseguiranno» - il Comando Legione Carabinieri «Basilicata» ha sottolineato che «i giovani a basso livello di scolarizzazione sono esposti più degli altri a rischi di esclusione sociale, devianza o illegalità».

Un fenomeno che riguarda principalmente le aree più interne della regione, su cui si è concentrato il consigliere regionale Piero Lacorazza che da un anno circa insiste sulla necessità di intervenire in maniera determinata per ridurre il rischio di dispersione scolastica nei paesi lucani. In quest’ottica s’inserisce il progetto «A ognuno la sua scuola» candidato al finanziamento della Fondazione con il Sud. L’iniziativa nasce nell'ambito di un partenariato pubblico-privato: il Comune di Potenza, quello di San Chirico Raparo, insieme al Dipartimento Sanità della Regione Basilicata, all’Istituto internazionale «J. Maritain», Multiservice Sud, CK Associato, Istituto Pilota, Ips per l'agricoltura e lo sviluppo rurale «G. Fortunato», con le sue sedi di Potenza, Sant'Arcangelo e Lagopesole. A spiegare le finalità del progetto è l’assessore alle politiche giovanili del Comune di Potenza, Carmen Celi: «Si tratta di un intervento educativo personalizzato, sostegno psicoeducativo alla famiglia, inclusione sociale e scolastica. Molteplici i servizi offerti: nel settore della cultura, prevista la biblioteca, lo spazio multimediale, la scuola d'inclusione; in quello dello sport, varie attività sportive; per quanto riguarda le attività esterne l’agricoltura sociale, l’accessibilità ambientale, i laboratori agro-naturalistici, facendo poi sintesi rispetto ai settori di cultura formazione sarà riservata centralità al servizio di assistenza educativa per gli alunni con disabilità che frequentano le scuole di ogni ordine e grado».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400