Sabato 16 Febbraio 2019 | 09:11

NEWS DALLA SEZIONE

Basket
Final eight, Brindisi vince derby del Sud e va in semifinale

Final eight, Brindisi vince derby del Sud e va in semifinale

 
L'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
Sfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 
In via Manfredonia
Foggia, auto contro pilone, 76enne muore sul colpo

Foggia, auto contro pilone, 76enne muore sul colpo

 
Nel Materano
Frana a Pomarico, Governo dà l'ok allo stato d'emergenza

Frana a Pomarico, governo dà l'ok allo stato d'emergenza

 
A poggioreale (Na)
Viola i domiciliari, Tommy Parisi torna in carcere

Viola i domiciliari, Tommy Parisi torna in carcere

 
Sanità
Castellana Grotte, Emiliano inaugura il reparto di Oncologia al De Bellis

Castellana Grotte, Emiliano inaugura il reparto di Oncologia al De Bellis

 
Parla Gabrielli
Prefettura Bari, Gabrielli: «Terrorismo minaccia liquida, tenere alta la guardia»

Prefetto Bari: «Terrorismo minaccia liquida, tenere alta la guardia»

 
Nel Barese
Bancarotta fraudolenta per 1,3mln di euro: GdF sequestra capannone a Gioia del Colle, 4 denunce

Bancarotta per 1,3mln di euro: GdF sequestra capannone a Gioia del Colle, 4 denunce

 
L'appuntamento
Locri - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Bari, su Biancorosso le nuove maglie e il futuro di Cornacchini. Locri-Bari, il prepartita Video

 
Sanità
Asl Bari verso il licenziamento di 25 medici: «Stop ai pensionati negli ambulatori»

Asl Bari verso il licenziamento di 25 medici: «Stop pensionati in ambulatori»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl caso
«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

 
BariL'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 
MateraNel 2009
Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

 
TarantoDenunce
Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

 
PotenzaNel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
BrindisiProvoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
LecceNuove accuse
Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

 

opere pubbliche Tap, quattro alternative e c'è anche la fattibilità

il gasdotto dall'azerbaigian L'azienda: «Noi collaborativi, ma l'approdo resta a Melendugno»

opere pubbliche Tap, quattro alternative e c'è anche la fattibilità

Giuseppe Armenise

bari«Stiamo conducendo insieme alla Regione Puglia l’approfodimento tecnico sulla fattibilità del progetto alternativo». Si è dunque messa in moto, così come conferma la società che sta realizzando l’opera, la macchina delle verifiche congiunte per capire se potrà essere spostato di qualche chilometro l’approdo del gasdotto Tap destinato attualmente a Melendugno. «Sia ben chiaro però - subito chiariscono dalla società - che nel frattempo noi restiamo titolari di un’autorizzazione valida rispetto alla quale stiamo lavorando. Per noi l’approdo rimane a San Foca».

A indicare una soluzione diversa, con una lettera dello scorso 29 dicembre, è stata la stessa Regione, facendo riferimento alle risultante di un tavolo di confronto congiunto con la società. Via da Melendugno, questo il senso del documento, valutiamo l’ipotesi di approdo in una zona costiera che ricade nell’area industriale di Brindisi. Un’idea innovativa, dunque, tutta da scoprire? Si tratterebbe in realtà nient’altro che di una delle quattro idee di approdo già segnalate nel lontano 2007 nello studio di valutazione ambientale condotto da «Eco-logica», una società cui era stato affidato l’incarico da Ilf Consulting Engineers propio per conto di Tap.

«Tra le quattro opzioni da noi valutate - spiega l’ingegner Massimo Guido, direttore tecnico della società ECo-logica - quella numero 2, individuata dagli esperti della società (che si occupa anche di architettura del paesaggio) prevedeva l’approdo 500 metri a nord della centrale termoelettrica Enel Federico II° di Brindisi. Questa scelta coincide con quella individuata nelle settimane scorse dai tecnici della Regione Puglia e inviata a Baar in Svizzera, ove ha sede legale la società Tap, ad una trentina di chilometri da Zurigo». Lo scenario che viene riproposto attualmente dalla Regione fu tuttavia allora derubricato giacchè un altro approdo, a 200 metri da Lendinuso, in territorio del Comune di Torchiarolo, fu ritenuto più idoneo per avere «minori impatti - spiega Guido - sulle componenti ambientali e paesaggistiche. E soprattutto non presentava quel dislivello di costa di 20 metri che invece presentava l’arrivo a 500 metri a nord della centrale termoelettrica Enel Federico II° di Cerano».

Uno studio, quello di ECo-logica, che aveva in sostanza esaminato e «bocciato» altre due ipotesi. «La terza opzione - spiega Guido - individuò 9 anni fa anche l’arrivo vicino al Petrolchimico di Brindisi, sul lato sud dell’insenatura maggiore. Tuttavia la presenza di zone di confine ad interesse naturalistico ambientale suggerì di non innamorarsi troppo di questa soluzione. Problemi ancora maggiori per l’ultima alternativa, la quattro, individuata a nord dell’Aeroporto di Brindisi, nell’area di Punta Penne. In quella zona la presenza di vari stabilimenti balneari unita a sud e a ovest alla presenza di aree industriali derubricò la scelta a soluzione di scuola».

Nessuna di queste quattro soluzioni, come si vede, prevedeva Melendugno. «L’approdo tra San Foca e Torre Specchia, marine di Melendugno - racconta Guido - fu esclusa già da allora per la “forte vocazione turistica e il ricchissimo patrimonio storico-culturale e naturalistico”». Così, visto il cambio delle scenario e il documento emerso dal confronto tra società e Regione, che ripropone la soluzione Brindisi, perché, si chiede Guido, non ripartire dalle indicazioni dello studio di impatto ambientale del 2007?»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400