Sabato 06 Giugno 2020 | 19:05

NEWS DALLA SEZIONE

I dati
Puglia, i numeri della crisi post Covid 19: tra gap di genere e scarsa innovazione

Puglia, i numeri della crisi post Covid 19: tra gap di genere e scarsa innovazione

 
Il bollettino regionale
Coronavirus Italia, 270 nuovi contagi e 72 morti. L'Iss: «ancora focolai, epidemia non è conclusa»

Coronavirus Italia, 270 nuovi contagi e 72 morti. L'Iss: «ancora focolai, epidemia non è conclusa»

 
Politica
Centrodestra, la Meloni alla Lega: «Alleanza unita se si rispettano i patti»

Centrodestra, la Meloni alla Lega: «Alleanza unita se si rispettano i patti»

 
la raccomandazione
Puglia, vaccinazione antinfluenzale Fimmg: «Medici pronti a informare correttamente i cittadini»

Puglia, vaccinazione antinfluenzale Fimmg: «Medici pronti a informare correttamente i cittadini»

 
Mafia
Bari, chiusa inchiesta guerra clan a Japigia: 27 indagati

Bari, chiusa inchiesta guerra clan a Japigia: 27 indagati

 
L'iniziativa
Fase 3, l'idea di Amati: «Una task force di medici per abbattere le liste d'attesa»

Fase 3 Puglia, l'idea di Amati: «Una task force di medici per abbattere le liste d'attesa»

 
Nel foggiano
Carpino, accoltella 19enne per alcuni «sguardi provocatori»: arrestato 21enne per tentato omicidio

Carpino, accoltella 19enne per alcuni «sguardi provocatori»: arrestato 21enne per tentato omicidio

 
Calcio serie A
Il Lecce va in laboratorio. Liverani cerca la duttilità

Il Lecce va in laboratorio. Liverani cerca la duttilità

 
Acque Minerali
Rionero, fiato sospeso alla Gaudianello di Monticchio tra cassa integrazione e prospettive di tagli

Rionero, fiato sospeso alla Gaudianello di Monticchio tra cassa integrazione e prospettive di tagli

 
dati regionali
Coronavirus in Puglia, 4 nuovi contagi (su 2378 test )e un altro decesso Lopalco: «In autunno tamponi a casi sospetti»

Coronavirus in Puglia, 4 nuovi contagi su 2378 test e un altro decesso. Lopalco: «In autunno tamponi a casi sospetti»

 

Il Biancorosso

Calcio
Frattali, Di Cesare e Scavone. Nel Bari c’è chi ha già vinto la C

Frattali, Di Cesare e Scavone. Nel Bari c’è chi ha già vinto la C

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiNel Brindisino
Francavilla F.na, prende a bastonate l'ex della fidanzata che finisce in coma: fermato

Francavilla F.na, prende a bastonate l'ex della fidanzata che finisce in coma: fermato

 
Bari6 mln dal Comune
Bari ,arrivano i fondi del bando «Open» aiuto a piccoli negozi e ambulanti

Bari, arrivano i fondi del bando «Open» aiuto a piccoli negozi e ambulanti

 
FoggiaNel foggiano
Carpino, accoltella 19enne per alcuni «sguardi provocatori»: arrestato 21enne per tentato omicidio

Carpino, accoltella 19enne per alcuni «sguardi provocatori»: arrestato 21enne per tentato omicidio

 
PotenzaAmbiente
Potenza, raccolta dei rifiuti nel territorio lucano sull’orlo del baratro

Potenza, raccolta dei rifiuti nel territorio lucano sull’orlo del baratro

 
BatLa testimonianza
New York come l’11 settembre

New York come l’11 settembre: il racconto di un imprenditore di Andria

 
Tarantospaccio
Taranto, si affacciava al balcone per controllare gli «acquirenti»: arrestata pusher 35enne

Taranto, si affaccia al balcone per controllare «acquirenti»: arrestata pusher 35enne

 
MateraEconomia
Bernalda, spazi pubblici in concessione. Chiesto un ampliamento

Bernalda, spazi pubblici in concessione. Chiesto un ampliamento

 
LecceIl fatto
Trepuzzi, travolse un ciclista. Condannato a 18 anni per «Omicidio volontario»

Trepuzzi, travolse ciclista: condannato a 18 anni per «omicidio volontario»

 

i più letti

opere pubbliche Tap, quattro alternative e c'è anche la fattibilità

il gasdotto dall'azerbaigian L'azienda: «Noi collaborativi, ma l'approdo resta a Melendugno»

opere pubbliche Tap, quattro alternative e c'è anche la fattibilità

Giuseppe Armenise

bari«Stiamo conducendo insieme alla Regione Puglia l’approfodimento tecnico sulla fattibilità del progetto alternativo». Si è dunque messa in moto, così come conferma la società che sta realizzando l’opera, la macchina delle verifiche congiunte per capire se potrà essere spostato di qualche chilometro l’approdo del gasdotto Tap destinato attualmente a Melendugno. «Sia ben chiaro però - subito chiariscono dalla società - che nel frattempo noi restiamo titolari di un’autorizzazione valida rispetto alla quale stiamo lavorando. Per noi l’approdo rimane a San Foca».

A indicare una soluzione diversa, con una lettera dello scorso 29 dicembre, è stata la stessa Regione, facendo riferimento alle risultante di un tavolo di confronto congiunto con la società. Via da Melendugno, questo il senso del documento, valutiamo l’ipotesi di approdo in una zona costiera che ricade nell’area industriale di Brindisi. Un’idea innovativa, dunque, tutta da scoprire? Si tratterebbe in realtà nient’altro che di una delle quattro idee di approdo già segnalate nel lontano 2007 nello studio di valutazione ambientale condotto da «Eco-logica», una società cui era stato affidato l’incarico da Ilf Consulting Engineers propio per conto di Tap.

«Tra le quattro opzioni da noi valutate - spiega l’ingegner Massimo Guido, direttore tecnico della società ECo-logica - quella numero 2, individuata dagli esperti della società (che si occupa anche di architettura del paesaggio) prevedeva l’approdo 500 metri a nord della centrale termoelettrica Enel Federico II° di Brindisi. Questa scelta coincide con quella individuata nelle settimane scorse dai tecnici della Regione Puglia e inviata a Baar in Svizzera, ove ha sede legale la società Tap, ad una trentina di chilometri da Zurigo». Lo scenario che viene riproposto attualmente dalla Regione fu tuttavia allora derubricato giacchè un altro approdo, a 200 metri da Lendinuso, in territorio del Comune di Torchiarolo, fu ritenuto più idoneo per avere «minori impatti - spiega Guido - sulle componenti ambientali e paesaggistiche. E soprattutto non presentava quel dislivello di costa di 20 metri che invece presentava l’arrivo a 500 metri a nord della centrale termoelettrica Enel Federico II° di Cerano».

Uno studio, quello di ECo-logica, che aveva in sostanza esaminato e «bocciato» altre due ipotesi. «La terza opzione - spiega Guido - individuò 9 anni fa anche l’arrivo vicino al Petrolchimico di Brindisi, sul lato sud dell’insenatura maggiore. Tuttavia la presenza di zone di confine ad interesse naturalistico ambientale suggerì di non innamorarsi troppo di questa soluzione. Problemi ancora maggiori per l’ultima alternativa, la quattro, individuata a nord dell’Aeroporto di Brindisi, nell’area di Punta Penne. In quella zona la presenza di vari stabilimenti balneari unita a sud e a ovest alla presenza di aree industriali derubricò la scelta a soluzione di scuola».

Nessuna di queste quattro soluzioni, come si vede, prevedeva Melendugno. «L’approdo tra San Foca e Torre Specchia, marine di Melendugno - racconta Guido - fu esclusa già da allora per la “forte vocazione turistica e il ricchissimo patrimonio storico-culturale e naturalistico”». Così, visto il cambio delle scenario e il documento emerso dal confronto tra società e Regione, che ripropone la soluzione Brindisi, perché, si chiede Guido, non ripartire dalle indicazioni dello studio di impatto ambientale del 2007?»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie