Mercoledì 10 Agosto 2022 | 06:48

In Puglia e Basilicata

Gelo in Puglia e Basilicata: «una tregua, poi riprenderà»

Gelo in Puglia e Basilicata: «una tregua, poi riprenderà»
di MASSIMO BRANCATI
Parla il metereologo lucano Gaetano Brindisi: «in arrivo dai Balcani una nuova perturbazione con grade freddo»
• Tre giorni di disagi tra neve e vento

20 Febbraio 2009

nevedi MASSIMO BRANCATI 

Pugliesi e lucani battono i denti. Negli ultimi cinque giorni temperature al di sotto dello zero in molte località delle due regioni e fiocchi di neve caduti anche a quote basse. Il «generale inverno» è rinvigorito da correnti gelide che puntano dritto al centro e al sud d’Italia. Ma da dove arriva tutto questo freddo? E soprattutto quanto durerà? L’esperto di meteorologia, Gaetano Brindisi, spiega l’origine della perturbazione: «Il fenomeno ci piomba addosso proveniente dalle latitudini scandinave (e non siberiane, come molti credono). Il suo sconfinamento nel Mezzogiorno è stato facilitato dallo spostamento verso nord dell’an - ticiclone delle Azzorre che, frenando il più mite flusso atlantico, ha pescato dell’aria fredda direttamente dal nord Europa indirizzandola verso di noi». 

C’è un «epicentro» preciso del maltempo? «Sì, si trova tra l’Albania e la Puglia. Ma l’evento ha finito per condizionare anche la Basilicata con nevicate diffuse fino a quote molto basse. Oltretutto, le nevicate sono state accompagnate da vento molto forte che ha fatto accumulare in alcuni punti (specie ai valichi e nelle zone più alte) anche oltre un metro di neve con tutti i disagi che ne conseguono in tali situazioni». 

Cosa ci dobbiamo aspettare oggi e nei prossimi giorni? «Ci sarà una tregua. L’ulteriore spostamento verso est della bassa pressione favorirà un graduale miglioramento del tempo che porterà a schiarite via via più ampie». 
«Registreremo un lieve rialzo delle massime, mentre le minime, a causa dei cieli più sereni, scenderanno ulteriormente fino a valori di 8-9 gradi sotto zero nelle zone più aperte di montagna, con punte di -12°/-13° alle quote più alte». 

Ha parlato di tregua. Vuol dire che dobbiamo prepararci a una nuova ondata di gelo? «Credo proprio di sì. All’orizzonte si va profilando una nuova discesa di aria fredda (questa volta proveniente dai Balcani) che potrebbe riportare la neve già a partire dalla giornata di domenica». Questo febbraio gelido è un fenomeno eccezionale o rientra nella normalità? «Tutto nella normalità. Non abbiamo toccato valori record a livello di temperature e di neve caduta».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725