Martedì 16 Agosto 2022 | 13:17

In Puglia e Basilicata

Tangenti Sanità in Puglia Idv: Regione sia parte civile

BARI - L'assessore alle Politiche della Salute della Regione Puglia, Tommaso Fiore, deve dire dove prenderà i soldi per far fronte al deficit della sanità pugliese e se si costituirà parte civile quando si procederà per l’inchiesta sanità: lo afferma in una nota il coordinatore regionale dell’Italia dei Valori di Puglia, Pierfelice Zazzera.

19 Febbraio 2009

BARI - L'assessore alle Politiche della Salute della Regione Puglia, Tommaso Fiore, deve dire dove prenderà i soldi per far fronte al deficit della sanità pugliese e se si costituirà parte civile quando si procederà per l’inchiesta sanità: lo afferma in una nota il coordinatore regionale dell’Italia dei Valori di Puglia, Pierfelice Zazzera.

"Finalmente – afferma – cominciano ad emergere i numeri sulla situazione debitoria della sanità pugliese; si parla di 60 milioni di euro, oltre a quello già contabilizzato di almeno 200 mln di euro, che si dovranno recuperare all’interno del bilancio regionale". Non è ancora ben chiaro, secondo Zazzera, "se si tagliano i servizi già carenti o se piuttosto, finalmente si procederà senza mezzi termini al tagli degli sprechi per esempio riducendo il numero dei subcommissari".

"Mi auguro che il neoassessore Fiore – prosegue Zazzera – opti per il taglio di sprechi come l’insopportabile situazione della Asl di Lecce con il doppio direttore sanitario (oltre che doppio stipendio a carico dei contribuenti pugliesi) e che finalmente si adottino criteri più rigorosi nell’espletamento delle gare ed un codice etico nella gestione delle risorse finanziarie pubbliche, non solo in materia sanitaria". "In questo momento difficile, continuiamo a chiedere sacrifici ai cittadini – conclude il deputato pugliese – è venuto il momento che i sacrifici li faccia quella pletora di dirigenti e funzionari sanitari promossa dalla alla politica e dagli amici in giunta regionale".


Infine, un’esortazione:" Dopo essersi costituita parte civile nella vicenda Cedis/Fitto, la Regione dovrebbe cominciare a pensare di costituirsi parte civile anche nella vicenda che vede coinvolto l’ex assessore alla salute Alberto Tedesco".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725