Giovedì 18 Agosto 2022 | 02:44

In Puglia e Basilicata

Nel Metapontino un polo di ricerca «Agrobios sarà il motore»

Nel Metapontino un polo di ricerca «Agrobios sarà il motore»
il governatore lucano De Filippo ha evidenziato che la Regione ha “puntato su alcuni campi della ricerca su cui investire”: lo studio della terra, l’energia, “uno dei settori portanti dei prossimi anni”, l’automotive, con “il primo grande progetto del Campus che si sta realizzando con la Fiat e per il quale a breve partiranno i primi bandi”, e delle agrobiotecnologie

17 Febbraio 2009

POTENZA - Dare vita ad un Polo tecnologico integrato di ricerca in agricoltura nell’area jonica: è quanto concordato – secondo quanto riferito dall’ufficio stampa della Giunta – ieri sera a Metaponto di Bernalda (Matera) nella sede della Società Metapontum Agrobios in un incontro presieduto dall’assessore regionale all’agricoltura, Vincenzo Viti. Nella riunione, che ha fatto seguito a quella preliminare tenuta venerdì scorso nella sede del Cra a Roma, è stato definito il Gruppo di lavoro, che sarà coordinato da due dirigenti del Dipartimento Agricoltura e delle Attività produttive, e formato da tecnici e ricercatori dei vari enti coinvolti. Il gruppo formulerà, tempo 30 giorni, la proposta, le aree di competenza e la richiesta di finanziamenti. 
Per Viti, “vi è una esigenza profondamente avvertita che la Basilicata abbia un Polo di ricerca in agricoltura che sappia riunire lo straordinario patrimonio di conoscenze degli enti che operano sul nostro territorio e trasferirlo alle imprese. A tal fine – ha continuato – grazie al Piano per la ricerca e l'innovazione del Dipartimento Attività Produttive, approvato nei giorni scorsi dalla Giunta regionale e attualmente trasferito all’esame del Consiglio regionale sono stati individuati i quattro Assi portanti nel quale – ha concluso Viti - rientra anche il settore primario”. 

DE FILIPPO: AGROBIOS SARA' IL MOTORE 
La società di ricerca “Metapontum Agrobios”, grazie alle nuove linee guida, “avrà funzioni specifiche”, in particolare nel campo “dell’attività nel settore delle agrobiotecnologie”, è sarà il “motore potenziale” per la realizzazione “del parco agrobiotecnologico nel Metapontino”, in collaborazione con altri enti, “tra cui Enea, Cnr, Ateneo lucano e Alsia”. E' quanto ha spiegato il Presidente della Giunta regionale della Basilicata, Vito De Filippo, nel corso della seduta del Consiglio regionale che si sta svolgendo a Potenza, illustrando i contenuti del documento sulle “Linee guida per la stesura del piano industriale della società Metapontum agrobios”. De Filippo ha quindi evidenziato che la Regione ha “puntato su alcuni campi della ricerca su cui investire”: lo studio della terra, l’energia, “uno dei settori portanti dei prossimi anni”, l’automotive, con “il primo grande progetto del Campus che si sta realizzando con la Fiat e per il quale a breve partiranno i primi bandi”, e delle agrobiotecnologie, “specifico – ha concluso – per Agrobios che avrà linee guida precise a cui seguirà poi il piano industriale”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725