Domenica 21 Ottobre 2018 | 17:09

NEWS DALLA SEZIONE

La proposta
Giochi del Mediterraneo 2015Comune di Taranto si candida

Giochi del Mediterraneo 2015 Comune di Taranto si candi...

 
L'iniziativa
A Racale il pranzo a colori per dire noalla mensa separati del comune di Lodi

A Racale il pranzo a colori per dire no alla mensa sepa...

 
Il parco divertimenti
Basilicata, attrazioni da brivido: la Disneyland green pronta a marzo

Basilicata, attrazioni da brivido: la Disneyland green ...

 
Lo studio Ue
Basilicata corrotta, ecco chi paga la mazzette: la ricerca dell'Università di Gotenborg

Basilicata corrotta, ecco chi paga la mazzette: la rice...

 
Italia a 5 Stelle
Tap, Di Maio passa di lato a striscione attivisti a Circo Massimo

Tap, Di Maio passa di lato a striscione attivisti a Cir...

 
Indaga la Polizia
Foggia, grave un ragazzo 18 anni«Pestato da buttafuori discoteca»

Foggia, grave un ragazzo 18 anni «Pestato da buttafuori...

 
Il sequestro della villa
La denuncia alla Mirren farà scappare via i vip

«La denuncia alla Mirren farà scappare via i vip»

 
Calcio
Bari alla prova di MarsalaIl mister cerca la ripartenzaSegui la diretta dalle 15

Bari alla prova di Marsala
Segui la diretta dalle 14.30

 
Lavoro
Formazione professionale, Puglia verso l'emergenza: scadono 280 contratti

Formazione professionale, Puglia verso l'emergenza: sca...

 
Protesta a Bari
Disabili, addio palestra: la squadra di basket in carrozzina in strada:«Comune Bari accontenta gli amici»

Disabili, squadra  di basket in carrozzina per strada. ...

 
Davanti alla chiese
Bisceglie, spacciano 50 euro falseper le piantine dei malati di tumore

Bisceglie, spacciano 50 euro false per le piante dei ma...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

condannato a 4 anni e 9 mesi

Arrestato un algerino a Foggia
deve scontare pena per terrorismo

Foggia, pulizia in stazionecambia l'appalto: tutti a casa

Yacine Gasry

TORINO - Forniva sostegno logistico a formazioni terroristiche Yacine Gasry, l’algerino rintracciato a Foggia dai carabinieri del Ros e arrestato in esecuzione di una condanna definitiva a quattro anni e nove mesi per terrorismo internazionale. Lo stesso motivo per cui è stato espulso, con provvedimento del ministro dell’Interno Marco Minniti, Dominique Davaze, 23enne francese senza fissa dimora, simpatizzante jihadista. Durante le procedure di identificazione aveva mimato il gesto di «sparare» contro i carabinieri e, citando Allah, di «far detonare» un ordigno esplosivo.

Salgono così a 101 le espulsioni dall’inizio dell’anno, 233 quelle dal gennaio 2015, riguardanti soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso e del terrorismo. Un fenomeno quest’ultimo «subdolo e vile», come lo ha definito il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo discorso al Corpo Diplomatico, che «continua a rappresentare fonti di costante preoccupazione». E a «mietere vite umane innocenti» creando "fratture tra Stati e popoli».

L’algerino rintracciato a Foggia venne arrestato una prima volta nel 2004, insieme ad altri stranieri, in seguito a indagini del Ros coordinate dalla procura di Napoli dopo gli attentati dell’11 settembre. L’inchiesta riguardava una rete di supporto logistico del Fronte islamico di salvezza (Fis) algerino, attiva in Italia tra Napoli, Caserta, Vicenza e Milano, dedita a un traffico di armi che, secondo le accuse, dovevano essere utilizzare per attentati in Europa e in Algeria, ed anche al reperimento di documenti falsi da fornire ai terroristi. La rete avrebbe anche svolto una intensa attività di proselitismo.

Viaggiava su un’auto rubata in Francia, invece, il 23enne fermato dai carabinieri per un controllo lo scorso 29 agosto a Saluzzo, nel Cuneese. A bordo arnesi da scasso, coltelli e spray al peperoncino, oltre a documenti in lingua araba e francese, numerosi testi sacri del Corano e una carta geografica a colori del confine francese-italiano. L’uomo dichiarava sin da subito di avere abbracciato la fede islamica. Il provvedimento d’espulsione è stato chiesto al ministero dell’Interno dai carabinieri del Ros ed oggi il giovane è stato accompagnato alla frontiera di Ventimiglia. Preso in consegna dalla polizia francese, è stato arrestato in esecuzione di un provvedimento dell’autorità transalpina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400