Giovedì 15 Novembre 2018 | 02:42

NEWS DALLA SEZIONE

A Bari
Plafoniere in azione: la nuova sede della Regione Puglia si accende

Plafoniere in azione: la nuova sede della Regione Puglia si accende

 
L'incontro
La Puglia a Roma per un turismo lento e sostenibile

La Puglia a Roma per un turismo lento e sostenibile

 
Dopo una perquisizione
Finto dentista dal 2015: cc sequestrano studio medico a Lecce davanti ai pazienti

Finto dentista dal 2015: cc sequestrano studio medico a Lecce davanti ai pazienti

 
Dopo la visita del vicepremier
Bari, criminalità in calo, Salvini: «Promessa mantenuta, il 35% in meno al Libertà»

Bari, criminalità in calo, Salvini: «Promessa mantenuta, il 35% in meno al Libertà»

 
Le dichiarazioni
Omicidio Desiree, il ghanese catturato a Foggia: «Con lei rapporto consensuale»

Omicidio Desiree, il ghanese catturato a Foggia: «Con lei rapporto consensuale»

 
la sentenza
Bari, adescava minori in chat: condannato a 8 anni

Bari, adescava minori in chat: condannato a 8 anni

 
Il ritorno
Il Lecce si gode il nuovo Lucioni

Il Lecce si gode il nuovo Lucioni

 
Serie D
Castrovillari - Bari: segui la diretta

Castrovillari - Bari finisce in parità: 1-1, Neglia in gol

 
Sfruttamento nei campo
Lesina, pagati 3 euro l'ora per raccogliere le olive: arrestati 2 caporali

Lesina, pagati 3 euro l'ora per raccogliere le olive: arrestati 2 caporali

 
Il folle gesto
Brindisi, il rush finaledei 5 candidati sindaco

Brindisi, disoccupato minaccia di darsi fuoco davanti al Comune

 
Tragedia sfiorata
Lecce, minaccia di lanciarsi nel vuoto dal tribunale: salvato

Lecce, minaccia di lanciarsi nel vuoto dal tribunale: salvato

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

bullismo a corato

Tre minori arrestati
taglieggiavano coetaneo

I fatti risalgono al maggio scorso e le indagini sono partite un mese dopo su denuncia della vittima, probabilmente stanca di vivere nel terrore

bullismo

CORATO (BARI) - Tre minorenni sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di estorsione aggravata ai danni di un loro coetaneo il quale, minacciato di subire violenze fisiche e percosso, è stato costretto a consegnare loro somme di denaro in contante. Nei confronti dei tre indagati è stata eseguita una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale per i minorenni di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica. Il più giovane dei tre è stato collocato in comunità, mentre agli altri due è stata applicata la misura cautelare della permanenza in casa.

I fatti risalgono al maggio scorso e le indagini sono partite un mese dopo su denuncia della vittima, probabilmente stanca di vivere nel terrore di ritorsioni. Dagli accertamenti dei carabinieri sarebbe emerso che il terzetto, in una prima occasione, avrebbe minacciato il coetaneo di percuoterlo se non avesse consegnato la somma di 200 euro, cosa che la vittima avrebbe fatto a distanza di qualche giorno. Dopo circa due settimane il ragazzo sarebbe stato nuovamente avvicinato dai tre che, dopo averlo strattonato e maltrattato, gli avrebbero chiesto altri 300 euro che il malcapitato avrebbe anche in questo caso consegnato dopo pochi giorni.

Dopo questi episodi, le persone vicine al ragazzo avrebbero notato in lui un cambiamento di umore. In un’occasione, in particolare, mentre passeggiava accompagnato, alla vista del terzetto, il ragazzo si sarebbe improvvisamente irrigidito pronunciando le parole «Ho paura». I componenti del terzetto, peraltro, si sarebbero suddivisi i ruoli: uno di loro rimaneva seduto su una panchina monitorando l’area circostante, mentre gli altri due ponevano in essere l’attività estorsiva vera e propria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400