Domenica 14 Agosto 2022 | 10:46

In Puglia e Basilicata

CALCIO / Bari-Vicenza 1-1 ora in testa col Livorno

CALCIO / Bari-Vicenza 1-1 ora in testa col Livorno
BARI - Un gol per parte nel primo tempo, poi tanto equilibrio: il Bari riconquista temporaneamente la testa della classifica (a pari punti con il Livorno) impattando nell'anticipo della quarta di ritorno al San Nicola con il Vicenza, in una gara giocata da entrambe le squadre fino all'ultimo secondo per conquistare la posta piena. 

13 Febbraio 2009

BARI - Un gol per parte nel primo tempo, poi tanto equilibrio: il Bari riconquista temporaneamente la testa della classifica (a pari punti con il Livorno) impattando nell'anticipo della quarta di ritorno al San Nicola con il Vicenza, in una gara giocata da entrambe le squadre fino all'ultimo secondo per conquistare la posta piena.

La sfida è tutta tattica, come nelle previsioni: Conte punta sugli affondi di Rivas e Guberti, mentre Gregucci - blindate le fasce con gli esterni di centrocampo (Bottone e Magallanes) - si affida ai guizzi dell'ex Sgrigna, la cui rapidità mette in grande difficoltà i centrali baresi. Per un quarto d'ora i portieri sono sostanzialmente disimpegnati, poi i veneti si rendono pericolosi con due traversoni. Al 24' il vantaggio dell'undici di Gregucci: angolo di Sgrigna, sponda di testa di Magallanes, respinta debole di Gillet e deviazione vincente di Bjelanovic.

La reazione del Bari è veemente e i pugliesi sfiorano il gol con Lanzafame di testa dopo soli 4'. Il pari arriva al 38': assist di Guberti dalla sinistra e colpo da biliardo di Caputo in rete (l'altamurano è all'ottavo centro stagionale). E nel finale c'è ancora il forcing del Bari con due occasioni per Guberti e Masiello. Nella ripresa la musica è sempre la stessa: Vicenza attendista e Bari alla ricerca del grimaldello per far saltare la difesa avversaria. In avvio Gillet compie un miracolo in uscita su Bjelanovic, dopo una incertezza di Masiello, con Bianco che respinge la palla sulla linea.

Il pressing a centrocampo di Morosini e Botta costringe i pugliesi a cercare con insistenza lo sbocco sulle fasce, ben presidiate dai raddoppi dei vicentini. Al 25' su schema da calcio di punizione Rivas calcia di poco a lato un pallone a pochi passi dalla porta. Nel quarto d'ora finale i due tecnici giocano le carte di riserva, Kamata per il Bari e Serafini per il Vicenza. Il francoangolano costringe Gregucci a cambiargli marcatura (il più fresco Giani per Martinelli), e dalla sinistra arriva un pallone invitante per Kutuzov, la cui conclusione è di poco a lato. Poi si attende il fischio finale senza altri sussulti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725