Sabato 16 Febbraio 2019 | 18:42

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Foggia, finisce 1-1 con il Padova: sfuma al 90esimo il match salvezza

Foggia, finisce 1-1 con il Padova: sfuma al 90esimo il match salvezza

 
Controlli
Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

 
Incontri d'autore
Ex-Otago ospiti della «Gazzetta del Mezzogiorno»: segui la diretta

Ex-Otago ospiti della «Gazzetta»: rivedi la diretta

 
Il processo
Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

 
L'annuncio
Tolo Tolo, il nuovo film di Checco Zalone nelle sale a Natale 2019

«Tolo Tolo», il nuovo film di Checco Zalone nelle sale a Natale 2019

 
Il caso
Autonomia, M5S Puglia: «Guai a creare cittadini di serie A e B»

Autonomia, M5S Puglia: «Guai a creare cittadini di serie A e B»

 
Controlli Nas e Asl
Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

 
Denunciato
Lecce, «Sono suo nipote» e bidona due notai per prosciugare conti di anziana

Lecce, «Sono suo nipote» e bidona due notai per prosciugare conti di anziana

 
In via Temenide
Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
BariSanità
Medicina «narrativa» Un corso per i medici

Medicina «narrativa» Un corso per i medici

 
TarantoLa manifestazione
Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

San Vito dei Normanni

Truffa a anziane e invalido
arrestata 33enne nel Brindisino

anziani

SAN VITO DEI NORMANNI  - I carabinieri della stazione di San Vito dei Normanni hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di Gabriella Dimitri, 33 anni originaria di Melendugno (Lecce), ma da tempo domiciliata nel comune brindisino, per circonvenzione di incapace, truffa aggravata ed estorsione ai danni di donne anziane e, in un caso, di un giovane invalido. I reati contestati sarebbe stati commessi dal luglio 2016 a San Vito dei Normanni e Carovigno (Brindisi). In totale, secondo gli investigatori, la donna avrebbe indebitamente percepito circa 50mila euro.

Le indagini hanno appurato che la donna, al fine di procurarsi un indebito profitto e sfruttando l’amicizia intessuta con alcune anziane del posto, avrebbe abusato dello stato di deficienza fisica e psichica di queste, inducendole a compiere plurimi atti di disposizione patrimoniale a suo favore. Ad esempio, l’acquisto di beni mobili, l’apertura di conti correnti a suo nome, tentativi di acquisti, non andati a buon fine in seguito al protesto degli assegni emessi dalle vittime, di automobili Audi e Lancia, l’acquisto di utensili e persino di materassi.

In un caso è stato accertato che la 33enne avrebbe indotto in errore una donna, tramite raggiri consistiti nel darle false spiegazioni in merito al contenuto di una lettera ricevuta dall’Asl, facendole credere che dovesse restituire al servizio sanitario nazionale circa 15mila euro per prestazioni indebitamente usufruite nell’anno 2012, e facendosi versare quegli importi sul proprio conto corrente.

In un’altra occasione, invece, la donna arrestata avrebbe costretto un giovane di Carovigno a versarle somme di denaro per oltre seimila euro, con la minaccia che, altrimenti, avrebbe raccontato a parenti ed amici delle avances che il malcapitato le aveva rivolto in chat, con l’aggravante di aver abusato della condizione di invalidità al 100% della persona offesa. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400