Mercoledì 10 Agosto 2022 | 07:21

In Puglia e Basilicata

Puglia, rinviata in Consiglio discussione su caso Tedesco

Puglia, rinviata in Consiglio discussione su caso Tedesco
BARI - E' stata rinviata al 25 e al 26 febbraio la seduta del Consiglio regionale pugliese che stamani avrebbe dovuto proseguire il dibattito sulla gestione dell’Acquedotto pugliese. I gruppi di opposizione avevano chiesto che Vendola relazionasse in aula sulla vicenda dell’assessore alle Politiche della salute, Alberto Tedesco
• Il Pdl: La Regione brucia e Vendola scappa
• Vendola: non fuggo dinanzi ad una destra scomposta
• Tangenti su sanità in Puglia: una indagine secretata per mesi

10 Febbraio 2009

BARI - E' stata rinviata al 25 e al 26 febbraio la seduta del Consiglio regionale pugliese che stamani avrebbe dovuto proseguire il dibattito sulla gestione dell’Acquedotto pugliese.

Il presidente dell’assemblea regionale, Pietro Pepe, dopo aver ricordato la vicenda di Eluana Englaro esprimendo solidarietà ai famigliari e dopo aver evidenziato i contenuti della 'Giornata della memorià che si celebra oggi in Italia, ha spiegato che il rinvio della seduta è da attribuire all’assenza, per impegni, del presidente della giunta regionale, Nichi Vendola. 

I gruppi di opposizione, nella conferenza dei capigruppo che si è tenuta stamani, avevano chiesto che Vendola relazionasse in aula sulla vicenda sanità e sulle dimissioni, presentate il 6 febbraio scorso, dell’assessore alle Politiche della salute, Alberto Tedesco, indagato nell’ambito di un’inchiesta della magistratura. 

Tedesco era presente stamani nell’aula del Consiglio regionale e sedeva nei banchi della maggioranza. Al suo posto è stato nominato il medico anestesista Tommaso Fiore, già consulente della giunta Vendola per la sanità, anche lui presente in aula.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725