Mercoledì 17 Agosto 2022 | 18:09

In Puglia e Basilicata

Crisi per Amaro Lucano azienda ricorre alla Cig

Crisi per Amaro Lucano azienda ricorre alla Cig
PISTICCI SCALO - C'è sempre una prima e una... seconda volta. In oltre un secolo di vita l’Amaro Lucano dei fratelli Vena di Pisticci Scalo, non aveva mai fatto ricorso agli ammortizzatori sociali per i propri dipendenti. Nel giro di un paio di anni invece, quella annunciata in questi giorni è la seconda volta che per alcuni dipendenti, questa volta saranno 14 dei 30 in servizio, scatta la Cassa Integrazione per la durata di 11 giorni
• Idrocarburi: ritirati lotti di acqua "Leggera"

08 Febbraio 2009

MICHELE SELVAGGI
PISTICCI SCALO - C'è sempre una prima e una... seconda volta. In oltre un secolo di vita l’Amaro Lucano dei fratelli Vena di Pisticci Scalo, non aveva mai fatto ricorso agli ammortizzatori sociali per i propri dipendenti. Nel giro di un paio di anni invece, quella annunciata in questi giorni è la seconda volta che per alcuni dipendenti, questa volta saranno 14 dei 30 in servizio, scatta la Cassa Integrazione per la durata di 11 giorni, vale a dire due settimane lavorative, in attesa che la situazioni torni alla normalità. 

La cosa, anche se non riguarda la totalità degli addetti, ha fatto comunque parecchio scalpore, proprio perché si tratta di un’azienda sana e attiva come quella ora gestita da Pasquale Vena (e sua moglie), l’ultimo discendente di una famiglia che negli ultimi cento anni era riuscita a mettere su, dal nulla, un’azienda il cui marchio di prestigio è conosciuto ormai in tutti e cinque i continenti. 

La causa del ricorso al provvedimento restrittivo, secondo quanto si è appreso, sono da ricercare in una contrazione delle vendite con conseguenti giacenze insolite del prodotto per chi, come l’Amaro Lucano, è stato sempre ai primi posti nelle vendite e nelle esportazioni del prodotto che produce. La richiesta della cassa integrazione da parte dell’azienda, è pervenuta durante la scorsa settimana alle organizzazioni sindacali che hanno subito convocato gli addetti incontrandoli lo scorso venerdì. 

«Una notizia, quella del ricorso alla cassa integrazione - spiega il segretario regionale della Cisl, il pisticcese Giuseppe Camardo - che certamente non farà piacere ai lucani, in quanto l’Amaro Vena, ha rappresentato per decenni, ed ancora lo rappresenta, il nostro orgoglio nel mondo". 

"Ovviamente - continua il sindacalista - non ci troviamo di fronte ad una situazione estremamente grave, trattandosi di sole due settimane che in un periodo di crisi come quello attuale possono sembrare ben poca cosa, anche se si rimane un po' perplessi per il fatto che il calo delle commesse e delle vendite riguarda soprattutto il mercato dell’Italia meridionale. Da qui la necessità, da parte dell’azienda di rivedere alcune strategie e dare più diffusione al prodotto a partire dai livelli locali». All’incontro, oltre a Camardo erano presenti Vincenzo Cavallo per la Fai Cisl, per la Uila Uil Filippo Viggiani e per la Flai Cgil, Francesco Mongelli e Bruna Montemurro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725