Lunedì 22 Ottobre 2018 | 16:38

NEWS DALLA SEZIONE

A Taranto
Tornelli rotti all'Ilva: venerdì scatta lo sciopero per i lavoratori dell'appalto

Tornelli rotti all'Ilva: venerdì scatta lo sciopero per...

 
La città delle ceramiche
Grottaglie nuova Città Europea dello Sport 2020, Emiliano: «Ok gioco di squadra»

Grottaglie nuova Città Europea dello Sport 2020, Emilia...

 
Dopo l'infarto
Vendola torna a casa: «Grazie ad amici e avversari»

Vendola torna a casa: «Grazie ad amici e avversari»

 
clima d’odio
Ronde anti-migranti in azione dopo doppio pestaggio a Brindisi

Ronde anti-migranti in azione dopo doppio pestaggio a B...

 
Non ebbe l'asilo politico
Gambiano suicida nel Tarantino: raccolti 4200 euro per rimpatrio salma

Gambiano suicida nel Tarantino: raccolti 4200 euro per ...

 
a Presicce
Nascondeva 2kg di droga nel fienile tra gli animali, arrestato 39enne nel Leccese

Nascondeva 2kg di droga nel fienile tra gli animali, ar...

 
emergenza roghi
Terra dei fuochi, in prima linea i comitati e le associazioni

Terra dei fuochi anche a Bari: in prima linea i comitat...

 
Il caso
Lucera, tenta di estorcere 5500 euro a una suora della Caritas: arrestato

Lucera, tenta di estorcere 5500 euro a una suora della ...

 
Ad Altamura (Ba)
Cava abusiva sequestrata nel Parco dell'Alta Murgia

Cava abusiva sequestrata nel Parco dell'Alta Murgia

 
Ad acquaviva delle fonti (Ba)
Nascondeva eroina in un muretto a secco: ai domiciliari un 34enne

Nascondeva eroina in un muretto a secco: ai domiciliari...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Andria

Pista di pattinaggio
eccola finalmente

La struttura è stata riconsegnata alla città dopo sette anni di lavori di ristrutturazione

Pista di pattinaggio eccola finalmente

di MARILENA PASTORE

ANDRIA - Cerimonia di inaugurazione e riconsegna alla città dell’ex-pista di pattinaggio di Corso Europa- via Barletta, nei pressi della parrocchia di Sant’Andrea Apostolo. Riqualificata e riconsegnata come centro polisportivo polifunzionale, è stata oggetto di risanamento e ristrutturazione dal 2010. Benedetta dal parroco, don Michele Lamparelli, la struttura è stata inaugurata dal sindaco Nicola Giorgino, dagli assessori alla Cultura Luigi Del Giudice, ai Lavori Pubblici Gianluca Grumo e allo Sport, Michele Lopetuso, il presidente del consiglio comunale Laura Di Pilato, e il consigliere regionale Nino Marmo. La struttura è stata oggetto di importanti lavori di riqualificazione ed è stata consegnata alla città ed in particolare alle associazioni sportive che potranno utilizzarla per le loro attività, ovvero anche il calcio a 5, la pallamano, la pallavolo, la pallacanestro e il pattinaggio.

Centro polisportivo - La struttura, il cui progetto è stato redatto dall’architetto Esther Tattoli, è un centro sportivo polifunzionale, adibito quindi a cinque differenti discipline, la cui copertura è composta da grandi arcate a sesto ribassato e a sezione variabile, di circa 30 metri di luce interna, realizzate con strutture metalliche a traliccio, collegate da elementi longitudinali tubolari. La nuova struttura ha anche profili di eco sostenibilità perché i vecchi proiettori sono stati sostituiti con supporti visivi a led, nel totale rispetto dell’ambiente. Il sindaco Giorgino ha ringraziato le maestranze e gli assessori che si sono succeduti e che hanno portato alla conclusione dei lavori di una struttura complessa dal punto di vista architettonico.

I commenti - «Oggi è un momento di gioia e di liberazione che segue le numerose critiche che non sta a me giudicare – ha commentato il sindaco - Noi nel 2010 avevamo assunto un impegno che era quello di riqualificare le strutture sportive esistenti e implementare nuove strutture. Oggi qui inauguriamo una struttura multidisciplinare pronta ad ospitare le attività delle numerose associazioni e della parrocchia adiacente. Dopo il polivalente coperto nel quartiere di San Valentino e questa nuova struttura polifunzionale sportiva nell’ex pista di pattinaggio, rimane ora l’ultimo obiettivo della consegna dello Stadio Sant’Angelo dei Ricchi ormai ultimato. Purtroppo intoppi burocratici o tecnici molte volte rallentano enormemente lavori e progettualità. Nessuno ha la bacchetta magica ma siamo fieri, anche nell’ambito delle infrastrutture sportive, di aver offerto ai nostri ragazzi nuove opere utili e fruibili così come era stato programmato ed annunciato. Diffidate di chi pensa che sia tutto facile e che cerca di demolire con le parole le opere. Perché queste rimangono e sono simboli di una stagione di ammodernamento e cambiamento della città. Le chiacchiere invece – ha concluso Giorgino - danno solo qualche minuto di notorietà».

«Questo centro - ha spiegato a sua volta l’assessore ai Lavori Pubblici, Grumo - rappresenta per la città una svolta, un’opportunità per l’intero quartiere e per il territorio. Abbiamo fortemente voluto la rifunzionalizzazione a questo centro dando una certa flessibilità alle attività sportive che qui si possono svolgere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400