Martedì 11 Agosto 2020 | 15:18

NEWS DALLA SEZIONE

il bollettino
Coronavirus, in Puglia 20 nuovi positivi su 1981 tamponi. Le Asl: «Tutte persone rientrate dall'estero o dal Nord Italia»

Coronavirus, in Puglia 20 nuovi positivi su 1981 tamponi. Le Asl: «Tutte persone rientrate dall'estero o dal Nord Italia»

 
l'emergenza
Coronavirus, sale a 7 il numero di salentini positivi dopo vacanza in Grecia

Coronavirus, sale a 7 il numero di salentini positivi dopo vacanza in Grecia

 
nella Bat
Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

 
L'INTERVISTA
Boccia rilancia il Recovery: faremo rinascere

Boccia rilancia il Recovery: «Faremo rinascere Taranto»

 
LA TRUFFA
Appalti contro il dissesto: pure la regione denunciò

Puglia, appalti contro il dissesto: anche la Regione denunciò

 
L'INTERVISTA
Pertosa: bene per tutti la decontribuzione

Aiuti fiscali al Sud, Pertosa: «Misura giusta, ottime prospettive per investitori»

 
la protesta
Odg e Assostampa Puglia: «Arpal ritiri bando addetti a comunicazione, si rischia abusivismo»

Odg e Assostampa Puglia: «Arpal ritiri bando addetti a comunicazione, si rischia abusivismo»

 
l'emergenza
Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

 
verso il voto
Doppia preferenza, Fitto: «Emiliano taccia, racconteremo tutti i suoi disastri»

Doppia preferenza, Fitto: «Emiliano taccia, racconteremo tutti i suoi disastri»

 
il bollettino
Coronavirus, in Basilicata positiva una donna rientrata dalla Lombardia su 249 tamponi

Coronavirus, in Basilicata positiva una donna rientrata dalla Lombardia su 249 tamponi

 
NUOTO
I big del nuoto al «Sette Colli», la Puglia vuole lasciare la firma

I big del nuoto al «Sette Colli», la Puglia vuole lasciare la firma

 

Il Biancorosso

LEGA PRO
Fatti il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

Fatto il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraIl caso
Matera, donna lancia una pietra contro un'auto: denunciata

Matera, donna lancia una pietra contro un'auto: denunciata

 
BariLA GAZZETTA NEI BARI
Gravina, Gazzetta & coni gourmet

Gravina, Gazzetta & coni gourmet

 
Leccel'emergenza
Coronavirus, sale a 7 il numero di salentini positivi dopo vacanza in Grecia

Coronavirus, sale a 7 il numero di salentini positivi dopo vacanza in Grecia

 
Batnella Bat
Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

 
PotenzaPOLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
Tarantonel Tarantino
«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

 
FoggiaRIQUALIFICAZIONE
San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

 

i più letti

Il fenomeno

Quasi 95mila case disabitate
Basilicata sempre più vuota

In controtendenza Matera e Melfi. A Potenza la fette più consistente degli alloggi sfitti

Quasi 95mila case disabitateBasilicata sempre più vuota

MASSIMO BRANCATI

È l’ulteriore tassello del mosaico di una regione, la Basilicata, che si sta progressivamente svuotando. Nel territorio lucano un’abitazione su tre è vuota. Appartamenti chiusi, abbandonati, sfitti, destinati al deperimento. Lo rivela un’analisi di Solo Affitti, la rete immobiliare specializzata nella locazione, che disegna uno spaccato impietoso degli effetti dello spopolamento sul patrimonio immobiliare lucano.

La Basilicata, in particolare, è al settimo posto in Italia con 94.809 case vuote (29,42 per cento), mentre, nel complesso, sono oltre 7 milioni e 38 mila le case non occupate in tutta la penisola (22,5 per cento del totale). La situazione lucana s’inserisce perfettamente nel contesto meridionale dove c’è una concentrazione maggiore di case vuote, ad iniziare dalla Calabria, al secondo posto nazionale con il 38,7 per cento e 481.741 case vuote, seguita dal Molise (36,9 e 73.524 case). A sorpresa, però, il primo posto in Italia è appannaggio della Valle d’Aosta (50 per cento, con 58.731 immobili senza ospiti). Per converso, il maggior tasso di occupazione delle abitazioni si registra in Lombardia (15,2 per cento per 731.665 case vuote), seguita da Campania (17 per cento con 417.576 case), e Lazio (17,6 per cento di case sono vuote, pari a 488.114 in totale). Per ciò che concerne il dato provinciale, dall’analisi di Solo Affitti emerge che è in quella di Potenza la concentrazione maggiore di case vuote: sono 66.112, pari al 30,73 per cento, mentre in quella di Matera l’emorragia si ferma 28.697 (26,8 per cento). Fra le province con più case sfitte, equamente suddivise tra Nord e Sud, spiccano Olbia-Tempio, dove se ne contano oltre la metà (52,88 per cento, più del doppio della media nazionale, e 71.614 abitazioni), Aosta e Sondrio. Il risultato opposto, invece, lo si raggiunge in piazze come Firenze (terzultima in Italia con il 10,1 per cento), Monza-Brianza (9,5) e Milano (ultima con il 6,1 e 87.613 case vuote).

Ciò che sta accadendo sul fronte immobiliare è il frutto, come dicevamo, dello spopolamento che si riflette in maniera negativa sul mercato del mattone. Acquisti o affitti che siano. Fino a qualche anno fa il fenomeno apparteneva solo ai paesi più piccoli, ma oggi anche Potenza (Matera è un caso a parte, ne riferiamo nell’altra pagina) registra uno svuotamento che ha raggiunto livelli record. Dario De Marca, uno dei titolari della storica immobiliare di famiglia del capoluogo lucano, fotografa il caso citando un dato concreto: «Abbiamo venduto un appartamento nella zona di parco Montereale a meno di 500 euro al metro quadrato. Una cifra impensabile solo dieci anni fa. La città - sottolinea De Marca - si svuota determinando l’aumento dell’offerta da parte soprattutto di persone che hanno ricevuto in successione gli immobili. Magari vivono all’estero o in altre città italiane e se in passato aspettavano l’occasione per vendere casa, oggi con il carico fiscale che comporta - tra spazzatura, Ici e quant’altro - fanno la corsa a vendere. A qualsiasi cifra. La verità - sostiene De Marca - è che ci sono immobili che resteranno sul groppone per sempre. Manca l’acquirente: chi non ha tante disponibilità economiche deve comunque rivolgersi a una banca per accendere il mutuo senza grosse speranze di farcela. Chi, invece, ha soldi a sufficienza preferisce acquistare appartamenti nuovi, i cui costi oggi sono precipitati».

La quotazione dell’usato a Potenza si aggira sugli 800-1000 euro al metro quadro nelle zone più antiche, da via Mazzini a viale Dante passando per rione Risorgimento e rione Francioso. Qualcosa in più a Macchia Romana dove ci sono edifici costruiti più recentemente. «Al di là di Pignola e Tito dove continua ad esserci un po’ di interesse sulla compravendita di case - aggiunge De Marca - non si intermedia niente. Ma i due paesi limitrofi prima o poi cominceranno ad accusare il contraccolpo di questa situazione. C’è chi si è orientato nel recente passato a vivere a pochi chilometri da Potenza per acquistare un appartamento a 70-80mila euro. Oggi con questa cifra - conclude - è possibile comprare anche in città». Il problema è che materialmente i potenziali acquirenti stanno scomparendo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie