Lunedì 26 Settembre 2022 | 04:29

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

42,26%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

27,92%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

8,08%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

14,93%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

43,60%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

27,36%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,91%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

14,86%

Movimento 5 Stelle

 

E l'aspirante tronista andriese non risponde al Gip sulle sue violenze

di ANTONELLO NORSCIA 
Jeans, maglioncino e giaccone, Francesco Coratella, è giunto poco dopo le 9 ieri mattina in Procura accompagnato dal suo legale. «Il giovane - scrive il pm - avrebbe costretto la sua fidanzata a vivere nella paura di essere aggredita» (foto Calvaresi)
• Aggressioni e minacce alla fine di un amore

06 Febbraio 2009

Francesco Coratella alldi ANTONELLO NORSCIA 

TRANI - Il «corteggiatore» non ha parlato, né ha chiesto di «uscire» dai domiciliari, dov'è detenuto per le violenze che avrebbe inferto alla sua ex fidanzata. All’interrogatorio di garanzia davanti al gip del Tribunale di Trani, Roberto Oliveri Del Castillo, Francesco Coratella ha fatto una semplice e veloce apparizione. Come quella compiuta alla trasmissione televisiva «Uomini e Donne», dove per due puntate è stato uno dei quaranta corteggiatori. Assistito dall’avv. Francesco Pollice, Coratella s'è avvalso della facoltà di non ris pondere. 

L’INTERROGATORIO - Jeans e maglioncino, un giaccone che all’occorrenza gli è servito a coprirsi il volto, il 24enne andriese è giunto poco dopo le 9 ieri mattina in Procura accompagnato dal suo legale. Non ha offerto sostanzialmente alcun elemento diverso rispetto alla ricostruzione dei fatti compiuta dal pubblico ministero Ettore Cardinali, che ha chiesto il suo arresto alla luce della denuncia dell’ex ragazza. 
Coratella resta dunque detenuto agli arresti domiciliari. Che potranno esser revocati o da un eventuale e positivo ricorso al Tribunale della Libertà di Bari o su revoca dello stesso giudice per le indagini preliminari tranese ove riterrà cessate le esigenze cautelari. Ma perché ricorra quest’ultima ipotesi, è evidente che la difesa dovrà portare a suffragio dell’istanza di revoca elementi validi, di cui ieri, non s'è avuta traccia. I prossimi giorni serviranno all’avv. Pollice per imbastire riscontri a sostegno del «corteggiatore», o, in teorica alternativa, per formulare istanza di cosiddetti riti alternativi, che, praticamente, potrebbe sfociare nel ritorno in libertà del proprio assistito. 
Si vedrà. Intanto la vicenda ha assunto grande eco proprio per la partecipazione di Coratella al programma televisivo di Maria De Filippi, prima che i magistrati tranesi gli dicessero attraverso i Carabinieri di Andria: «C’è posta per te!». Francesco Coratella all
Coratella è indagato per violenza privata e lesioni personali aggravate. «Il giovane - scrive il pubblico ministero - avrebbe costretto la sua fidanzata a vivere nella paura di essere aggredita, a tollerare la sua continua e persecutoria presenza, con relative aggressioni, offese, minacce e provocazioni che ne condizionavano l’esistenza». Insomma una sorta di stalking, ovvero la persecuzione dell’ex dopo la fine della relazione sentimentale. 

LE ACCUSE - Secondo il pm Cardinali, Coratella a seguito dell’interruzione della storia amorosa avrebbe iniziato «a chiamarla continuamente per telefono, a controllarla e a seguirla, non mancando di coprirla di insulti e minacce, cercando di continuo di arrivare a scontri fisici con i ragazzi che frequentava, aggredendola fisicamente in luoghi pubblici e sul posto di lavoro, con schiaffi, pugni e calci».

(le foto sono di Calvaresi)


• Aggressioni e minacce alla fine di un amore
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725