Mercoledì 18 Settembre 2019 | 00:52

NEWS DALLA SEZIONE

Dai Cc
Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

 
La Consulta
Bari, usura: province Sud Italia sono più esposte a rischio

Bari, usura: province Sud Italia sono più esposte a rischio

 
Polis-Deloitte
toghe, avvocati

Bari, Finanza e diritto penale: alleanza tra studi legali barese e milanese

 
Diritti negati
Bari, negato accesso a studentessa disabile: «Niente stanza in fitto»

Bari, negato accesso a studentessa disabile: «Niente stanza in fitto»

 
In centro
Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

 
Serie D
Scontri Nocerina-Foggia: arrestati tre tifosi dalla Polizia

Scontri Nocerina-Foggia: arrestati tre tifosi dalla Polizia

 
Arrestato
Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

 
Ambiente

Polignano, in stallo il progetto del resort a Costa Ripagnola

 
Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Nella notte
Foggia, danneggiata auto assessore: terza intimidazione al Comune

Foggia, danneggiata auto assessore: terza intimidazione, disposta tutela

 
Verso il 2020
Regionali, Emiliano: niente primarie, la candidatura tocca a me

Regionali, Emiliano: niente primarie, la candidatura tocca a me

 

Il Biancorosso

Dopo Bari Reggina
Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiDai Cc
Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

 
BatIl personaggio
Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

 
Foggia
Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 
MateraSasso Caveoso
Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

 
BariPolis-Deloitte
toghe, avvocati

Bari, Finanza e diritto penale: alleanza tra studi legali barese e milanese

 
PotenzaA Sant'Arcangelo
Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

 
TarantoIn centro
Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

 
LecceIl duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 

i più letti

I beni di Luigi Pesce

Andria, confisca definitiva
per la roccaforte del clan

Andria, confisca definitiva per la roccaforte del clan

ANDRIA - E’ diventata definitiva la confisca, nei confronti del capo clan Luigi Pesce di 66 anni, di un appartamento, compresi gli arredi, nel cuore antico della città, al primo piano di una palazzina indipendente, composto da 13 stanze, per una superficie totale di 300 metri quadrati e un valore di 500 mila euro circa. L’immobile, secondo gli investigatori, era la roccaforte del clan Pesce-Pistillo, usato come quartiere generale delle attività del clan: il controllo e la custodia delle armi e della droga, spacciata nelle vie limitrofe, un territorio definito come 'occupato militarmentè da pusher e vedette. Confisca diventata inappellabile dopo che la Corte di appello di Bari aveva confermato quanto disposto dal tribunale del capoluogo di regione.

La roccaforte, intestata a prestanome ma riconducibile a Luigi Pesce, è situata nel centro storico di Andria, ad angolo fra via Santa Chiara e piazza Manfredi; era stata sottoposta a sequestro nel 2014 ed era stata confiscata l’anno successivo, su disposizione del tribunale di Trani. Si tratta di un bene del valore di circa 500.000 euro, sul quale la famiglia Pesce - Pistillo ha perso la facoltà d’uso, anche degli arredi, perché la corte di appello di Bari ha confermato quanto disposto dal Tribunale di Trani, ossia l’assoluta sproporzione tra il valore dei lavori di ristrutturazione effettuati nell’appartamento da Luigi Pesce e la capacità di reddito dichiarata, di quest’ultimo e dei suoi familiari.

Luigi Pesce, destinatario del provvedimento di confisca, è attualmente detenuto in quanto condannato in primo grado per associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie