Mercoledì 17 Agosto 2022 | 06:06

In Puglia e Basilicata

Mola di Bari, dopo le polemiche rinascerà il giardino «scomparso»

«Una volta per tutte - afferma il sindaco Nico Berlen - fedele alla nostra azione amministrativa e con la sensibilità ambientale che abbiamo sempre dimostrato, intervengo sulla questione delle tamerici espiantate allo spazio giochi», saranno piantate 30 nuove tamerici su lungomare Dalmazia e in piazza Madonna di Loreto 

05 Febbraio 2009

lungomare Mola di Baridi ANTONIO GALIZIA

MOLA DI BARI - Duecentoventicinque alberi di pregio sulla nuova passeggiata di Bohigas (l'architetto catalano che firma il nuovo waterfront) e trenta nuove tamerici su lungomare Dalmazia e in piazza Madonna di Loreto. E’ la risposta dell’amministrazione comunale alla infuocata polemica seguita alla distruzione di cento delle centoventisette tamerici (alberi di alto fusto) dell’ex baby park. 

«Una volta per tutte - afferma il sindaco Nico Berlen - fedele alla nostra azione amministrativa e con la sensibilità ambientale che abbiamo sempre dimostrato, intervengo sulla questione delle tamerici espiantate allo spazio giochi. Per prima cosa voglio rivendicare tutto il lavoro fatto da noi nell’ambito delle politiche ambientali, che ha prodotto risultati importanti sul fronte della raccolta differenziata dei rifiuti, dell’educazione ambientale, della mobilità sostenibile, ma soprattutto del verde pubblico, con oltre 3.500 nuove piantumazioni, tra alberi e arbusti, in città negli ultimi tre anni. Circa la riduzione dello spazio giochi oggetto della polemica - sottolinea il primo cittadino - posso dire che era nostra intenzione intervenire in modo meno traumatico, trasferendo parte delle alberature, pure a rischio di attecchimento, in altro sito. L’accelerazione improvvisa ma necessaria dei lavori, sulla cui importanza per la nostra città non credo di dovere soffermarmi, purtroppo non ci ha consentito di effettuare questo tentativo. Ne siamo sicuramente dispiaciuti, d’altronde il fatto è avvenuto in tempi rapidissimi e non è semplice controllare ora per ora tutto quello che avviene nei quattordici cantieri aperti a Mola in questo periodo». 

La compensazione: «Il bilancio ambientale finale di questo progetto - afferma ancora Berlen - si chiuderà con un saldo assolutamente attivo, poiché in quella zona è prevista la piantumazione di 65 palmizi, 137 alberature di pregio e 23 arbusti. Inoltre saranno immediatamente impiantati, extra progetto, 30 tamerici sul lungomare Dalmazia e in piazza Madonna di Loreto». Verranno infine recuperati e trasferiti in altra area pubblica, gli alberi rimasti nel parco. «Vorrei con questi numeri - conclude - mettere la parola fine a questa spiacevole questione: tutti i nostri progetti più importanti sono sempre stati pensati e realizzati facendo grande attenzione alla loro sostenibilità e alla loro ecocompatibilità».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725