Giovedì 11 Agosto 2022 | 07:16

In Puglia e Basilicata

Trani: ecce topo... morto e la città tira un sospiro di sollievo

Trani: ecce topo... morto e la città tira un sospiro di sollievo
Stecchito al suolo di un edificio giudiziario. Il «disturbatore» dell’ultimo mese è morto! Quello che in un’occasione avrebbe messo in tilt il sistema elettrico dell’Amet lasciando al buio la città e che giorni più tardi causò sconquasso nel Tribunale (la foto è fatta da un impiegato del Tribunale)
• Barletta invece si coccola il suo «canarino più bello»

04 Febbraio 2009

topo mortoTRANI - Ecco il topo. Stecchito al suolo di un edificio giudiziario. Il «disturbatore» dell’ultimo mese è morto. Quello che in un’occasione avrebbe messo in tilt il sistema elettrico dell’Amet lasciando al buio la città e quello che giorni più tardi causò sconquasso nella sezione fallimentare del Tribunale, nell’ex convento delle Angeliche, dove fu rincorso e messo in fuga da due avvocati con tanto di ramazza. Ora, stremato di cotante imprese e di cotanta notorietà, è morto. Spirando come fanno gli eroi. Sul campo e non certo in gattabuia. Il suo corpo esamine è stato rinvenuto ieri mattina nell’androne dello stesso edificio del Tribunale Civile che lo aveva reso nuovamente famos o. Lì, ben visibile a tutti. Soprattutto agli impiegati, all’aper tura degli uffici giudiziari: oltre alla sezione fallimentare, l’edi - ficio ospita le cancellerie dell’esecuzione e l’ufficiale giudiziario. 
Ma prima che qualcuno gli desse degna «sepoltura» (becchino impietosito sarebbe stato proprio un impiegato) qualcuno l’ha immortalato. Sua vittima (o, meglio, di qualche suo simile) sarebbe stata anche l’Amet (la municipalizzata dell’energia elettrica) secondo quanto riferito dall’Azienda di piazza Plebiscito. Già, seppure c'è da chiedersi come mai l’Amet non sia dotata in di cavi a prova di roditori. Tant'è, che per la proprietà transitiva sarebbe meglio dire che i tranesi sono vittima dell’Amet, come peraltro dimostrato dai successivi black out non imputabili al topo.

• Quando ancora passeggiava per il Tribunale
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725