Lunedì 08 Agosto 2022 | 11:42

In Puglia e Basilicata

Lecce, ecco il «taxi amico» servizio gratis per i bisognosi

di STEFANO LOPETRONE
«Taxi amico» va incontro alle esigenze di tutte quelle persone che vivono in condizione di emarginazione e che non hanno la possibilità di raggiungere ospedali e studi medici con mezzi propri o attraverso il sistema di trasporto urbano
• Lecce ora punta a potenziare il bike sharing

03 Febbraio 2009

di STEFANO LOPETRONE

LECCE - Segnaletica, bike-sharing, trasporto per l’utenza debole e corsi sulla sicurezza stradale. Al di là delle polemiche e delle appartenenze politiche, prosegue sul piano dei fatti la collaborazione tra Comune di Lecce, Provincia e Regione. Ieri l’assessore comunale alla Mobilità ed al Traffico, Giu - seppe Ripa, e l’assessore provinciale all’Ambiente, Gianni Scognamillo, hanno presentato quattro progetti per rendere sostenibile a livello ambientale e sociale il traffico del capoluogo. È prevista una spesa di oltre 800mila euro da rivalere sui fondi regionali per l’attuazione del Piano ambientale provinciale (Asse 8, linea di intervento d: iniziative pilota per lo sviluppo della mobilità sostenibile). I progetti lanciano Lecce tra le città italiane d’avanguardia, per esempio nel bike-sharing (di cui trattiamo a parte) o per il servizio di taxi gratuito fornito alle fasce di popolazione più bisognose come gli anziani. 

«Taxi amico» va incontro alle esigenze di tutte quelle persone che vivono in condizione di emarginazione e che non hanno la possibilità di raggiungere ospedali e studi medici con mezzi propri o attraverso il sistema di trasporto urbano. Basterà loro una telefonata al call-center dell’associazione Taxi del Salento (il numero di telefono sarà fornito in un secondo momento) per effettuare una prenotazione per il giorno dopo. Ogni chiamata (andata e ritorno da casa) sarà completamente gratuita fino ad esaurimento dei fondi stanziati, circa 150mila euro. 

La Regione e la Provincia, che hanno valutato tutti i progetti, sono rimasti talmente colpiti dalla validità sociale dell’idea che sembra garantito il rifinanziamento per la prossima annualità. La costituzione dell’associazione dei tassisti leccesi, tra l’altro, ha consentito al Comune di Lecce di regolamentare un mercato gestito in maniera molto libera: «Abbiamo imposto un tariffario unico ed un tassametro piombato uguale per tutti», ha annunciato Ripa.

 Inanto anche Lecce avrà il suo Raccordo anulare. Le tangenziali non si chiameranno più Est ed Ovest. Con oltre 300mila euro di spesa, tutta la segnaletica stradale verticale riguardante l’anello stradale che circonda Lecce sarà ammodernato e completato. L’intervento riguarderà tanto i segnali in entrata quanto quelli in uscita, in modo da migliorare la fruibilità di una infrastruttura non ancora sfruttata al massimo e che invece potrebbe alleggerire molto il traffico sulla città. L’operazione di riordino è condotta in collaborazione con l’Anas: su ogni cartello scompariranno le dizioni Tangenziale Est ed Ovest, tutte sostituite da Raccordo anulare di Lecce. Una volta sul raccordo le uscite saranno indicate da numeri a scalare. Infine, un corso sulla sicurezza stradale, che sarà organizzato in tutte le scuole medie inferiori e superiori della città che ne faranno richiesta. «La collaborazione con Provincia e Regioni, oltre che con il Compartimento di Lecce dell’Anas, è un fiore all’occhiello di questi progetti - ha detto Ripa - Grazie ad una intesa vera abbiamo portato a termine queste quattro progettazioni che contribuiranno a migliorare le condizioni di vivibilità. Mi sembra un messaggio importante per la cittadinanza». 

Sulla stessa lunghezza d’onde anche Scognamillo: «All’interno di questo quadro di collaborazione istituzionale, la Provincia ha fornito il suo sostegno soprattutto per il coordinamento dei progetti. Intervenire sul traffico del capoluogo è uno snodo fondamentale per ridurre l’inqui - namento dell’intero territorio provinciale».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725