Mercoledì 17 Agosto 2022 | 12:05

In Puglia e Basilicata

Voleranno entro giugno i Boeing nati a Grottaglie

Di raddoppio dello stabilimento, in programma nel 2009, nemmeno a parlarne di fronte alla crisi. Certo, rispetto a dicembre, quando scoppiò il caso delle fusoliere, la situazione sembra essersi stabilizzata, ma il futuro è incerto

02 Febbraio 2009

Industria aeronauticaGROTTAGLIE - Il primo Boeing 787 volerà entro giugno. Alenia Composite ha confermato l’impegno già preso da Boeing nell’incontro di qualche giorno fa con i sindacati di categoria Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil. Ma per superare completamente le difficoltà derivanti dal difetto di progettazione delle fusoliere bisognerà aspettare la seconda metà del 2009. Alenia ritiene che solo allora potrà considerarsi chiusa la doppia fase di riparazione delle vecchie fusoliere e di costruzione delle nuove che ora vede impegnati i lavoratori sia nello stabilimento di Grottaglie sia in quello della Boeing a Charleston negli Stati Uniti. A questo proposito, l’azienda ha confermato che, oltre i 130 trasfertisti già impegnati negli Usa, un altro centinaio di lavoratori ha raggiunto o sta per raggiungere i colleghi oltreoceano. 

Nei sindacati c’è però chi resta perplesso. Commentando l’incontro, Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, lamenta l’assenza “di segnali che rimandino ad una ripresa dello sviluppo produttivo. Di raddoppio dello stabilimento, in programma nel 2009, nemmeno a parlarne di fronte alla crisi. Certo, rispetto a dicembre, quando scoppiò il caso delle fusoliere, la situazione sembra essersi stabilizzata, ma il futuro è incerto. A quando il raddoppio? Nel 2010? Non va sottovalutato l’aspetto – conclude Palombella – del rapporto tra lavoratori sociali e trasferisti sia dal punto di vista delle competenze professionali che dei salari. I dipendenti dello stabilimento continuano ad essere mortificati rispetto ai trasferisti e questo è negativo”. 

A ritenersi “soddisfatto” dell’incontro fra Alenia Composite e i sindacati, guardando ai risultati è il sindaco di Grottaglie Raffaele Bagnardi. “Alenia Aeronautica e Alenia Composite – scrive Bagnardi in una nota - hanno prontamente ricucito lo strappo istituzionale con la Provincia di Taranto, il Comune di Grottaglie e il Comune di Monteiasi”. 
Bagnardi individua quattro priorità da discutere: “La situazione relativa al completamento degli investimenti già approvati e finanziati; l’ampliamento strutturale e tecnologico, necessario per raggiungere gli obiettivi ottimali di produzione nel prossimo triennio; le ricadute territoriali e in queste l’occupazione, le grandi forniture e l’indotto dei servizi; lo sviluppo della filiera innovativa delle lavorazioni dei materiali compositi”. [f.col.]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725