Giovedì 18 Agosto 2022 | 03:50

In Puglia e Basilicata

Minervino pensa di rivalutare le sue antiche grotte carsiche

«Dopo il no definitivo a nuovi impianti di trattamento e stoccaggio di rifiuti - dichiara il sindaco - le recenti scoperte sia di carattere speleologico che di carattere archeologico nelle vicinanze di contrada Pagliarone, sono un invito per noi a salvaguardare questa zona da interventi che ne compromettano l’aspetto visivo e la salvaguardia ambientale di questo versante»

02 Febbraio 2009

grotte carsichedi ROSALBA MATARRESE 

MINERVINO - Salvaguardare le grotte Montenero-Dellisanti è una priorità per l’amministra - zione comunale. A sostenerlo in una nota alla Gazzetta, è il sindaco di Minervino Luigi Roccotelli. «Dopo il no definitivo a nuovi impianti di trattamento e stoccaggio di rifiuti di qualsiasi genere, dichiara Roccotelli “le recenti scoperte sia di carattere speleologico che di carattere archeologico nelle vicinanze di contrada Pagliarone, sono un invito per noi a salvaguardare questa zona da interventi che ne compromettano l’aspetto visivo e la salvaguardia ambientale di questo versante. Escludo che nella elaborazione del Prie (piano regolatore impianti eolici) siano previsti interventi nelle vicinanze delle grotte Montenero- Dellisanti e nella zona archeologica, in zona Chianche-Pagliarone, scoperta durante i lavori della strada regionale dove sono state rinvenute testimonianze del neolitico».

«Sarebbe un controsenso, prosegue il sindaco, se l’amministrazione, da una parte programmasse il suo sviluppo futuro pensando ad un geoparco per la rivalutazione del patrimonio delle cave e delle grotte e, dall’altra, si dotasse di uno strumento che disciplini in queste zone interventi che ne compromettano l’impatto visivo ed ambientale. Nelle vicinanze della cava delle Grotte Montenero-Dellisanti la sovrintendenza ha presentato un progetto di parco archeologico nel quale ricostruire il villaggio neolitico così come è stato scoperto, integrandolo nella rete viaria della regionale. Questi due interventi - parco del Neolitico e geoparco delle Murge - potrebbero rappresentare per Minervino un’opportunità per lo sviluppo turistico ed economico della città secondo principi di sostenibilità. Ci stiamo impegnando affinchè questi progetti siano finanziati con i nuovi fondi strutturali 2007-2013 della Comunità Europea, e crediamo nell’idea già formulata dal professor Dellisanti di costituire nel sito una scuola di speleologia sia a fini didattici che turistici». 

«Ma al di là delle opportunità di finanziamento - continua Roccotelli - la responsabilità verso l’ambiente non può consentirci interventi che ne diminuirebbero il valore di quello che per noi rappresenta un patrimonio inestimabile. Su questo tema l’amministrazione intende coinvolgere la cittadinanza e a breve sarà programmata una conferenza, in cui interverranno esperti per illustrare l’importanza del patrimonio geologico scoperto e le reali possibilità di progettazione da mettere in campo».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725