Sabato 13 Agosto 2022 | 13:29

In Puglia e Basilicata

trend e mode

Panini e piadine? Meglio
mangiarli sul divano
I baresi ordinano a casa

panino

03 Agosto 2017

I baresi ordinano sempre più cibo a domicilio e il digitale sta trainando questa abitudine di scegliere direttamente dallo smartphone cosa mangiare a pranzo o a cena. A rivelarlo è la prima «Mappa del cibo a domicilio in Italia» in 18 città. Dallo studio Bari sta rivelando una crescita significativa con un incremento degli ordini del + 108% rispetto all’anno scorso, soprattutto nel consumo di panini e piadine a domicilio.

Lo studio nasce per osservare da vicino le dinamiche della rivoluzione del digital food delivery, dalle scelte legate alle cucine, ai piatti più desiderati esplorando, di città in città, i comportamenti, la professione, l’età e l’approccio alla varietà in cucina e all’ordinazione a domicilio. In generale la popolazione italiana ama mangiare a casa, e desidera farlo bene, variando molto e sperimentando piatti e gusti, e in questo scenario Bari ha registrato una crescita del +108%, un dato che rivela una propensione dei baresi verso l’utilizzo sempre più frequente del digita food delivery come modalità per scegliere e gustare anche piatti e sapori nuovi.

In particolare, a guidare la crescita c’è la voglia di mangiare panini e piadine che si posizionano al primo posto in termini di crescita perché si tratta di una cucina prima non presente come food delivery. Tra i piatti più ordinati troviamo il panino con hot dog, ma anche la possibilità di comporre il proprio panino con ingredienti a scelta, personalizzando gusti e sapori. Segue al secondo posto in termini di crescita la cucina giapponese (+1.573%) con Uramaki Philadelphia Roll e Yaki Soba come piatti più ordinati e infine l’intramontabile pizza (+11%) con la classica margherita, e a sorpresa la calabrese tra le più scelte. Questi trend in salita hanno preso il posto di cucine come dell’arabo, l’healthy food e dei dolci, meno ordinati a Bari rispetto allo scorso anno. Nella classifica dei top 3 ordini dei baresi sul podio si posiziona però la cucina americana che vede in cima agli ordini l’hamburger di Scottona con rucola, seguita dai piatti della tradizione greca con vincitore assoluto la Pita Gyros nelle sue varianti di pollo e di suino e infine gli immancabili panini e piadine.

Una curiosità riguarda però la cucina tradizionale di Bari. Alcune specialità tipiche pugliesi sono ordinate infatti a domicilio tramite app anche in altre città: i cavatelli ai broccoli baresi e tarallo al Finocchietto a Napoli, le fave nella delicata versione in purea a Roma e l’insalata di polpo a Catania e, nella versione con patate, a Torino.

I baresi risultano inoltre in linea con le tendenze dei cittadini degli altri 17 comuni coinvolti nell’analisi dal punto di vista delle professioni che ordinano di più, di chi investe maggiormente e delle fasce di età più attive. Impiegati (40%) e studenti (34%) ordinano con più frequenza, seguiti dai liberi professionisti (14%) che sono però coloro che amano variare di più e sperimentare nuovi piatti. Guardando nel portafoglio, il libero professionista è la figura più disponibile ad investire in un pranzo o una cena ordinata via app a domicilio, con mediamente 700 euro all’anno di spesa, seguito dall’impiegato con 647 euro di spesa, e da chi sta ancora facendo un percorso di studi che spende 378 euro avendo una capacità economica inferiore.

Esplorando infine i trend generazionali, si scopre in tutta Italia un’intensa attività di digital food delivery da parte dei Millennials 18-36 (70%) seguiti dalla Generazione X 36-45 (22%) e dagli over 45 (8%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725