Martedì 23 Ottobre 2018 | 22:02

NEWS DALLA SEZIONE

Puglia
Regione, nuove accuse sugli appaltiLiviano: ai soliti. Capone: ora querelo. Pugliapromozione: smentito dai dati

Regione, nuove accuse sulle gare. Liviano: ai soliti. Capone: querelo. Pugliapromozione: ecco i dati

 
Protestano i grillini
Puglia, la battaglia delle poltroneScontro sulla commissione antimafia al M5S

Puglia, la battaglia delle poltrone ed è scontro sulla commissione antimafia al M5S

 
In Cassazione
Riti satanici in casa famiglia nel Salento, otto anni a due educatori

Lacce, riti satanici in casa famiglia
Condannati a 8 anni due educatori

 
L'Italia a due velocità
Treni veloci, ok gara a primo lottoper doppio binario Termoli-Lesina

Treni veloci, ok gara a primo lotto per doppio binario Termoli-Lesina

 
Dopo il maltempo
«Casarano, domani scuole chiuse», ma il post del sindaco è un fake sgrammaticato

«Casarano, domani scuole chiuse», ma il post del sindaco è un fake sgrammaticato

 
Durante un'esercitazione
Taranto, botto e fumo da nave militare straniera: «manutenzione»

Taranto, botto e fumo da nave militare straniera: «manutenzione»

 
L'annuncio
Bari, per il ministero: «Giustizia più rapida con gestione digitale delle pratiche»

Palagiustizia, Ministero: «Processi più rapidi con le pratiche digitali»

 
Dopo due anni di indagini
Taranto, contrabbandavano gasolio agricolo: in 7 ai domiciliari

Taranto, contrabbandavano gasolio: 7 arresti, sequestrati 55 mln beni

 
A Barletta
Rapinato in stazione, arrestata donna rumena: si cercano 2 complici

Rapinato in stazione, arrestata donna rumena: si cercano 2 complici

 
A canosa di Puglia (Bt)
Fermato al posto di blocco con 30kg di droga in auto: arrestato un barese

Fermato al posto di blocco con 30kg di droga in auto: arrestato un barese

 
Il rapporto
Puglia, resta un «buco» da 372 milioni nell’efficienza degli ospedali

Puglia, resta un «buco» da 372 milioni nell’efficienza degli ospedali

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Ambiente

Ex Fibronit di Bari
abbattuti primi muri

Ex Fibronit di Bari abbattuti primi muri

BARI - Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, si è recato oggi sul cantiere per la bonifica definitiva della ex Fibronit per assistere alle operazioni di demolizione dei primi muri degli edifici contenenti amianto (negli intonaci e nelle malte) confinati all’interno delle tensostrutture realizzate per eseguire i lavori in totale sicurezza.

A seguito della realizzazione e collaudo del confinamento statico e dinamico delle tensostrutture, dopo la «prova fumi" eseguita in presenza di tecnici Asl, infatti, hanno preso avvio oggi le operazioni di demolizione delle strutture che del cosiddetto blocco «D».

«È stata un’emozione indescrivibile vedere cadere i muri di quella che per oltre 50 anni è stata per Bari la fabbrica della morte - ha commentato il sindaco Antonio Decaro -. Questa fabbrica oggi davvero non ci fa più paura. Ogni pietra che viene giù rappresenta la vittoria della vita sulla morte. Per ognuna di queste pietre cadute pianteremo un albero o un fiore nel parco che sorgerà in questo luogo al termine della bonifica. Nessuno restituirà la vita alle famiglie delle persone che hanno perso i propri cari a causa dell’amianto della Fibronit. Ma il dovere della politica è restituire almeno un orizzonte di speranza, quella che vorrei vedere negli occhi dei ragazzi di Bari».

«Alle mie figlie, a chi mi chiederà un giorno a cosa sarà servito fare politica, - aggiunge Decaro - io risponderò 'ad abbattere i muri della Fibronit, una fabbrica di morte, e a sostituirla con un parco, che è un inno alla vita"».

Tecnicamente quella realizzata oggi è una demolizione "controllata», che è stata eseguita utilizzando pinze e cesoie idrauliche montate su escavatori, così da garantire l’assenza di vibrazioni al suolo e sull'edificio, la riduzione dei rumori e delle polveri e la possibilità di raggiungere altezze superiori ai 20 metri. Per la demolizione di questo primo blocco di edifici si stima che saranno necessari circa 40 giorni; a seguire si procederà ad analoga demolizione degli edifici del blocco «C». I lavori della bonifica totale termineranno negli ultimi mesi del 2018.

Queste operazioni avvengono oggi, a 10 anni esatti di distanza dal primo concerto, «Dal veleno al sereno», organizzato dall’amministrazione comunale guidata dall’allora sindaco Michele Emiliano e dall’assessora all’ambiente di Bari Maria Maugeri - scomparsa recentemente - nell’area della Fibronit al termine delle operazioni dell’intervento di messa in sicurezza che restituì l’area alla città.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400